Ultimate Marvel Vs. Capcom 3 – Recensione

Indietro
Successivo

L’edizione definitiva?

Capcom, si sa, non è nuova a riproporre più volte gli episodi delle sue saghe di punta. Lo abbiamo visto con i Resident Evil (il 4 su tutti) e soprattutto con il quarto Street Fighter, quindi non ci stupiamo nel rivedere nuovamente Ultimate Marvel Vs. Capcom 3, specialmente dopo il recente annuncio del nuovo capitolo della serie. In questa recensione ci occuperemo di Ultimate Marvel Vs. Capcom 3 in versione PlayStation 4, valutando principalmente la qualità della conversione.

A livello contenutistico il titolo offre una cinquantina di lottatori diversi, tutti ben caratterizzati e differenziati tra loro.

La trama dell’originale Marvel Vs. Capcom 3 ruota attorno alla figura di Dottor Destino, impegnato a conquistare il mondo. Una trama che definiremmo poco originale (per non dire altro) ma che ci offre un pretesto per far scontrare i personaggi più iconici di Marvel e delle serie più rinomate della software house giapponese. Ogni personaggio ha la propria storia, relegata naturalmente a dei filmati presenti alla fine della modalità Arcade di ognuno di essi.

A livello contenutistico il titolo offre una cinquantina di lottatori diversi, tutti ben caratterizzati e differenziati tra loro. Sono inoltre presenti due personaggi presenti come DLC nella versione PlayStation 3 e Xbox 360, ossia Jill Valentine e Shuma Gorath, oltre che ai costumi distribuiti a pagamento nel corso degli ultimi anni. Insomma, salvo ulteriori sorprese, questa dovrebbe essere la versione definitiva di Marvel Vs. Capcom 3, utile anche per allenarsi in vista del quarto capitolo.

Indietro
Successivo