The Disney Afternoon Collection – Recensione

Indietro
Successivo

Animali fantastici e dove trovarli

Figlio del successo della Mega Man Legacy Collection, questo pacchetto racchiude sei perle di variegata bellezza, tutte sviluppate da Capcom e incentrate sulle bizzarre avventure di personaggi Disney, paperi o scoiattoli che siano. Per la precisione, parliamo di Ducktales, Ducktales 2, Darkwing Duck, TaleSpin, Chip ‘n Dale Rescue Rangers e Chip ‘n Dale Rescue Rangers 2.

A guidare la fila, per forza di cose, è proprio Ducktales. Non è la prima volta che, in questi ultimi anni, ci capita tra le mani la vecchissima avventura in giro per il mondo – e non solo – di Zio Paperone.

Il remake è ancora storia recente, ma qui siamo proprio di fronte all’originale così come era stato partorito, senza livelli aggiuntivi, grafica e musiche rivisitate, e così via. Parliamo di un platform a scorrimento con aree che, oltre che in orizzontale, si estendono anche verticalmente. Comunque è il bastone a farla da padrone, dato che può essere utilizzato sia per colpire pezzi di scenario che per essere “cavalcato”, sulla falsariga di un pogo.

Con la giusta dimestichezza, il bastone diventa ben presto una vera e propria appendice, oltre che un divertentissimo e comodissimo mezzo di trasporto per superare in tutta sicurezza ostacoli ambientali e nemici. Il seguito, bene o male, espande tutto ciò che già c’era nel predecessore e si propone come un platform ancor più vasto ed esplorativo. Il risvolto della medaglia, però, è la mancanza di una soundtrack memorabile quanto quella del capostipite. Dopotutto, può esserci una sola Luna.

Figlio del successo della Mega Man Legacy Collection, questo pacchetto racchiude sei perle di variegata bellezza

A seguire – ma qui si va a gusti personali – c’è Darkwing Duck, che ancora oggi riempie il cuore con la sua atmosfera cupa, i suoi colori freddi e quell’intramontabile chip-tune. Differentemente da Ducktales, Darkwing Duck si concentra su un platforming più ragionato e nemici su cui avere la meglio con la pistola elettrica, piuttosto che saltandogli in testa. Se il primo può essere paragonato a un Metroid all’acqua di rose, questo invece sarebbe la controparte zoomorfa di Mega Man, pur senza riuscire ad acciuffarne la medesima profondità, né sull’aspetto action che su quello puramente salterino. In ogni caso, sprizza ancora carisma da tutti i pori.

I due Chip ‘n Dale, a dirla tutta, condividono bene o male stessi pregi e difetti. Parliamo di altri platform a scorrimento la cui peculiarità cade, oltre che nella possibilità di raccogliere ogni oggetto e lanciarlo contro i malcapitati di turno, nella divertentissima modalità cooperativa. Proprio questa modalità, tra l’altro, decretò il loro successo due decenni fa. A chiudere il gruppo c’è TaleSpin, sparatutto aereo a scorrimento orizzontale e, forse, titolo più difficile del pacchetto.

Indietro
Successivo