Orcs Must Die Unchained – Recensione

Indietro
Successivo

Il ritorno dell’orda

Ritornano le orde di orchi di Robot Entertainment, in una nuova veste per la serie. Dopo il successo dei primi due capitoli arriva Orcs Must Die Unchained, un free-to-play che ci vedrà fare a fette innumerevoli orchi stavolta in multiplayer. Il titolo infatti si concentra principalmente sulla formula già collaudata del suo gameplay semplice e divertente, che unisce meccaniche da tower defense con il genere action e un pizzico di MOBA.

Nel titolo avremo una cospicua scelta di eroi dalla nostra, ben 16.

Nostro scopo sarà infatti quello di proteggere il Rift, ovvero il centro del dungeon che deve essere difeso dall’invasione di orchi, goblin, troll e altre amenità, per fare questo ci serviremo di ogni sorta di trappole, che dovremo piazzare nei punti strategici della mappa, e infine affrontare le ondate di nemici che arriveranno una dopo l’altra con il nostro eroe. Un gameplay che unisce strategia ed azione in un unico gioco che in Orcs Must Die Unchained torna in versione online rispetto ai primi due capitoli.

Indietro
Successivo