La mappa di Assassin’s Creed Origins avrà zone sbloccabili

Come già sappiamo, le dimensioni della mappa di Assassin’s Creed Origins saranno notevoli, arrivando a superare di parecchio anche quelle di Black Flag. Tuttavia, sembra che alcune aree del gioco non saranno esplorabili fin da subito: infatti, stando a un commento fatto dal game director Ash Ismail durante un video gameplay, certe zone verranno sbloccate solo proseguendo con la storia principale.

Una delle possibilità è che la versione in questione non fosse ancora completa o totalmente esplorabile e che, quindi, alcune aree erano inaccessibili per altre motivazioni, ma a questo punto dello sviluppo ci sembra difficile.

Questo farebbe pensare a un ritorno alle meccaniche originali dei primi Assassin’s Creed e secondo alcuni ciò avrebbe delle ripercussioni anche per quanto riguarda la trama del gioco, che vedrebbe coinvolto un tipo di Animus differente rispetto a quello utilizzato negli episodi più recenti.

Non è ancora ben chiaro se verrà impiegato un modello realizzato dall’Abstergo o una versione modificata dagli assassini, a questo punto.

Non resta che attendere qualche mese per scoprire cosa hanno preparato per noi i ragazzi di Ubisoft, intenzionati a riportare sulla cresta dell’onda il loro brand più redditizio.

FONTE

Commenti

commenti