PUBG: i giocatori continuano a chiedere il region lock per i cinesi

PUBG

I giocatori di tutto il mondo di PlayerUnknown’s Battlegrounds continuano a chiedere insistentemente il region lock dei giocatori cinesi perchè fanno uso di cheat.

La situazione sta diventando sempre più insostenibile, secondo molti giocatori.

Solamente due settimane fa vi avevamo notificato che sono stati bannati 1,5 milioni di account, pari al 10% del totale dei giocatori.

Ad aggravare la situazione un bug per cui negli ultimi giorni la moneta di gioco veniva elargita in modo errato e di cui si sono avvantaggiati i cheater.

Per rendere ancor più forte la richiesta è stata anche creata una petizione su Chane.org con tanto di ashtag #RegionLockChina, allo scopo di chiedere l’isolamento dei giocatori cinesi.

Fonte: PC Gamer

Commenti

commenti