Microsoft: Dopo 33 anni risolto un bug del programma Blocco Note

Microsoft

Il programma Blocco Note è forse uno dei primi che si utilizza quando c’è necessità di scrivere un testo breve, semplice e compatibile con più piattaforme.

Ma da 33 anni questo programma è afflitto da un grave bug. I testi scritti utilizzando un sistema operativo Linux, Unix o MacOS non sono compatibili con la versione Windows.

Questo motivo si spiega semplicemente. Il Blocco Note supporta tre caratteri di fine linea, a seconda del sistema operativo: Windows End of Line (EOL) per Windows, Carriage Return (CR) per MacOS e Line Feed (LF) per Unix/Linux.

Il risultato è un testo caotico e incomprensibile intervallato da una serie di simboli.

Microsoft ha quindi pubblicato un aggiornamento dell’applicazione che è ora in fase di test e che consente di gestire i differenti caratteri di fine linea a cui è stato aggiunto il più recente Windows (CRLF).

Fonte: PC Mag

Commenti

commenti