Cip e Ciop Agenti Speciali: nel film, disponibile su Disney+, c’è anche Ugly Sonic

Ugly Sonic Cip e Ciop Agenti Speciali Disney+

Coè e Ciop Agenti Speciali è appena debuttato su Disney+, Italia compresa, e ha colpito il pubblico grazie a un sagace umorismo e un sacco di easter eggs. Una scena, però, è rimasta particolarmente impressa negli spettatori. Nel film è infatti presente niente di meno che un Ugly Sonic interpretato, nel doppiaggio originale, da Robinson.

Per chi non avesse capito di chi stiamo parlando, con Ugly Sonic si definisce il primo design del personaggio pensato per l’adattamento cinematografico. Con quelle proporzioni e articolazioni troppo antropomorfe, quel sorriso inquietantemente umano e quello sguardo terrificante, Ugly Sonic seppe catalizzare su di se un sacco di critiche.

Ciò, ricordiamo, spinse Paramount a riconsiderare fortemente il design del personaggio, cosa che poi avvenne. Sonic venne ridisegnato seguendo canoni più simili a quello della serie videoludica, pur senza rigettare alcuni degli elementi visti nel primo design, come ad esempio le braccia azzurre.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Il vecchio Sonic, o Ugly Sonic, non è sparito però dalla circolazione. A quanto pare il personaggio è diventato un’icona del cinema, partecipando a numerosi film che l’hanno consacrato come star e, addirittura, anche come modello. Nel film lo vediamo discutere con dei fan, Cip e Ciop compresi, in una fiera a tema.

Un easter egg davvero carino, impreziosito nella versione originale dal doppiaggio di Robinson, che ben ha saputo rispecchiare lo stato del personaggio. E voi, che ne pensate? Avete gradito questa chicca? Ditecelo nei commenti come sempre.

Cip e Ciop Agenti Speciali è la nuova pellicola dedicata al dinamico duo di scoiattoli. Il film è già su e sta generando un apprezzamento generale notevole. Non sono in pochi coloro che l’hanno accostato a quel capolavoro che porta il nome di “Chi ha incastrato Roger Rabbit?”.

Gli spettatori vedono in questa pellicola il sequel spirituale del capolavoro di Robert Zemeckis, e non solo per la caratteristica tecnica che mischia personaggi animati e attori in carne ed ossa, ma anche per le qualità intrinseche del film. Una gradita sorpresa, insomma. Siete d’accordo con quanto detto dal pubblico?

Fonte: Destructoid