Cryptomining: La carenza di schede video durerà ancora per molto

Cryptomining

Cari gamer, mettetevi l’animo in pace perchè acquistare una scheda video di fascia alta e a buon prezzo nel 2018 sarà pracchio complicato. La richiesta di schede video per il cryptomining non si placherà a breve.

Tale affermazione però non è la previsione di un Michael Pachter qualsiasi, ma bensì di Lisa Su, CEO di AMD, che ha così commentato i risultati finanziari dell’azienda.

Sia le scorte che i prezzi delle schede video sono fortemente influenzati dalla forte richiesta, con ricadute su tutto il resto dell’hardware (come le memorie RAM che hanno anche loro prezzi astronomici).

Qualche giorno fa vi riportammo una screenshot di Amazon con le principali schede video esaurite nonostante i prezzi altissimi.

Come dichiarato dalla dirigente il problema risiede nella produzione che non riesce ad essere al passo con la richiesta, in particolare quella delle memorie GDDR5 e HBM (da cui nasce la ricaduta proprio sulle RAM).

Per i videogiocatori PC si prevede un duro 2018, con l’unica alternativa di acquistare PC gaming di fascia alta preassemblati e prodotti direttamente da chi fa le stesse schede video come ASUS o MSI. In questo caso le schede video all’interno del sistema non risultano essere sovraprezzate.

Commenti

commenti