Intel presenta le nuove CPU Core di 11a Gen: fino a 5,3GHz e fino al 19% più veloci della generazione precedente

intel

Intel ha presentato da poche ore le sue nuove CPU Core di undicesima generazione destinate al mercato e conosciute con il nome in codice “Rocket Lake-S“. Questi processori offrono prestazioni elevatissime, soprattutto in ambito gaming grazie alle elevatissime frequenze di funzionamento.

Banner Telegram Gametimers 2

Il modello di punta sarà la CPU in grado di raggiungere la velocità di 5,3GHz con Intel Thermal Velocity Boost.

La nuova architettura migliora notevolmente le prestazioni, incrementando il numero di Istruzioni Per Ciclo (IPC) fino al 19% rispetto alla generazione precedente. Inoltre la grafica integrata Intel UHD basata sull’architettura grafica Xe garantirà la possibilità di fruire di contenuti multimediali e funzionalità grafiche di massima qualità.

L’elevata frequenza di clock raggiungibile da questa nuova famiglia di processori va a migliorare le prestazioni soprattutto in ambito gaming. Come sappiamo i giochi rendono al meglio quando sfruttano i core ad alta frequenza, piuttosto che un grande numero di core a bassa frequenza.

Ed è proprio ai gamer che ha pensato Intel con la CPU Core i9-11900K, dotata di 8 core in grado di elaborare 16 processi in contemporanea a una frequenza massima di 5,3GHz. Inoltre grazie alla stretta collaborazione con più di 200 tra i migliori sviluppatori di videogame, sono state introdotte delle ottimizzazioni che permetteranno ai software di sfruttare meglio le CPU di undicesima generazione.

Anche gli overclocker potranno sbizzarrirsi con le CPU Intel di undicesima generazione, grazie alle nuove funzionalità e sistemi di protezione introdotti. Questa generazione permetterà l’overclocking della memoria in tempo reale, estendendo il supporto per i chipset H570 e B560, dunque consentendo questa possibilità a un maggior numero di utenti. Inoltre saranno presenti Advanced Vector Extensions (AVX) 2 e AVX-512 voltage guardband, e un controller integrato della memoria completamente nuovo con timing più ampio e supporto Gear 2 (oltre che Gear 1).

A questo punto non ci resta che darvi appuntamento con dettagli più approfonditi sui modelli che arriveranno sul mercato e sui sui primi benchmark.