Nvidia RTX 3080: la già scarsa disponibilità potrebbe aggravarsi nei prossimi mesi!

Nvidia-RTX-3080-2

Ormai è noto al grande pubblico che la pandemia ha creato una carenza di risorse primarie tale da intaccare la produzione stessa di . E a farne maggiormente le spese sono state le schede video 3080, e RTX 3070, ma anche sta avendo i suoi grattacapi impattando sulla produzione di chip per 5 e Xbox Series X.

Un recente rapporto indica un ulteriore peggioramento della situazione sulle disponibilità e forniture di GPU. Il report di Digitimes indica che i tentativi di NVIDIA di migliorare questa situazione, non basteranno e che la penuria di schede della serie RTX Serie 30 potrebbe restare tale fino alla fine del terzo trimestre 2021.

Banner Telegram Gametimers 2

La scarsità di schede video, quindi, resterà in essere fino al 2022. Inoltre, il report sottolinea che i rendimenti di produzione a 8nm della Samsung destinata alle GPU Ampere di Nvidia sono deludenti: il produttore coreano ha problemi a ottenere un buon numero di chip funzionanti da ogni wafer. Sostanzialmente, secondo i dati di Digitimes, sarà veramente difficile per i videogiocatori vedere la luce in fondo a questo tunnel per molto tempo ancora.

La stessa Collette Kress, CFO di Nvidia ha spiegato che: ” La nostra capacità produttiva non è stata in grado di tenere il passo con la forte domanda complessiva che abbiamo riscontrato” . La domanda di chip supera l’offerta di circa il 30% e ci vorranno, secondo molte analisi di mercato, tra i tre e i quattro trimestri affinché l’offerta raggiunga la domanda.

A questa disastrosa situazione, si aggiunge un altro probabile scenario: con l’avvicinarsi della primavera la carenza di chip potrebbe peggiorare ancor di più, dopo che i vari paesi cesseranno i lockdown e le loro economie ripartiranno a pieno regime.

Inoltre, anche l’impatto del mining non fa che peggiorare la situazione generale. Le hanno infatti subito un’impennata del proprio valore, rendendo il mining nuovamente un ottimo modo per arricchire le proprie tasche. Monete virtuali come Bitcoin o Ethereum sono infatti schizzati alle stelle, spingendo diverse persone a investire anche diverse decine di migliaia di dollari per avere svariate NVIDIA RTX Serie 30 con cui ‘minare‘.

In buona sostanza, si prevede che l’attuale situazione di domanda superiore all’offerta durerà per altri tre o quattro trimestri, seguita poi da uno o due trimestri “prima” che le scorte possano raggiungere livelli normali.

Fonte: Digitimes.