Addio Piero Angela, il giornalista e divulgatore scientifico ci ha lasciati

piero angela

Uno dei volti storici della televisione italiana, Piero Angela, ci ha lasciati questo 13 agosto. A dare l’annuncio è il figlio Alberto con un post apparso sul suo profilo Facebook. Una didascalia semplice e inequivocabile accompagnano la foto del giornalista, divulgatore scientifico, volto di Super Quark. “Buon viaggio papà” Alberto rivolgendosi al padre Piero Angela. Nato il 22 dicembre del 1928, Piero Angela aveva 93 anni.

Difficile riassumere la vita con poche righe. Piero Angela è stato una delle personalità più amate della televisione italiana. La sua esperienza di fronte ad uno schermo coincide con l’inizio delle trasmissioni RAI anche se, il giornalista, aveva già avuto modo di collaborare con l’emittente quando questa era ancora in forma esclusivamente radiofonica.

È a partire dagli anni ’70 che si dedica alla ideazione e conduzione di programmi di divulgazione in stile ‘anglosassone’ e cioè con un conduttore in studio che, di volta in volta, lancia dei servizi di approfondimento e, a seconda dei casi, colloquia con un ospite esperto in una determinata materia. Il primo esperimento di questo tipo è “Destinazione Uomo” del 1971. Dieci anni più tardi lancia “Quark” che, nel 1995, anche per esigenze televisive, si trasforma in Super Quark.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Piero Angela, ovviamente, non è stato solo un divulgatore scientifico o un giornalista. Piero Angela è stato la voce e il volto che ha permesso a diverse generazioni di telespettatori italiani di appassionarsi alle materie scientifiche e storiche. Che fosse anche un personaggio molto amato lo dimostrano i numerosi messaggi di cordoglio e condoglianze che stanno apparendo, ancora mentre scriviamo, sotto i post vergati da Alberto Angela. Tantissime le persone comuni e personaggi celebri che stanno esprimendo la loro ammirazione, il loro affetto e il loro dolore per la perdita.

Fonte: Alberto AngelaTwitter