AMD: presentate al Computex 2022 le nuove CPU Ryzen 7000 basate su architettura Zen 4

AMD Ryzen 7000 CPU

Con l’inizio del Computex 2022 di Taipei, possiamo dare ufficialmente il via alla stagione degli eventi estivi che riguardano hardware e videogiochi che vedremo nei prossimi mesi. Ad inaugurare il tutto è stata AMD con la presentazione delle CPU Ryzen 7000, basate sulla nuova architettura Zen 4.

Purtroppo anche per quest’anno la maggior parte degli eventi resterà esclusivamente in digitale. Con l’E3 2022 che è stato del tutto cancellato, lasciando ai publisher la piena facoltà di organizzarsi come meglio gli piace. Ci sarà invece il Summer Game Fest 2022, condotto da Geoff Keighley.

Con la presentazione di AMD al Computex 2022 possiamo dare il benvenuto anche a quello che sarà l’hardware che potremo sfruttare nei prossimi PC. Per l’occasione sono state presentate le nuove CPU AMD Ryzen 7000 basate su architettura Zen 4, e che saranno alla base del futuro ecosistema del produttore americano.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Con questa nuova serie di processori, viene fatto un importante balzo in avanti che riguarderà anche le future generazioni di CPU. AMD infatti ha deciso di lasciarsi alle spalle il socket AM4 e lanciare il socket AM5 che permetterà di superare gli attuali limiti e permettere lo sviluppo dei processori per i prossimi anni. Con il nuovo socket ovviamente arriverà anche un nuovo chipset l’X670 che permetterà di sfruttare pienamente le nuove CPU.

Ma andiamo a scoprire meglio cosa hanno da offrire. I processori AMD Ryzen Serie 7000 saranno basati su architettura Zen 4 realizzata con un processo produttivo a 5nm. Questo consente di efficientare maggiormente consumi e temperature, permettendo di offrire frequenze di clock superiori a 5GHz.

I nuovi processori saranno così in grado di offrire il 15% di performance in più sul singolo processo, consentiranno di supportare le memorie RAM DDR 5 e dispositivi PCIe 5.0. Rendendo di fatto questi processori anche un investimento in ottica di un futuro upgrade hardware.

Il cambio di socket è stato necessario per favorire e non limitare lo sviluppo futuro dei processori AMD Ryzen. Infatti il socket AM4 è ormai utlizzato da oltre cinque anni e ha permesso lo sviluppo di cinque differenti architetture di CPU.

Nel corso dell’evento che potete recuperare integralmente a fondo articolo, è stato mostrato come i nuovi processori sono in grado di offrire esperienze di gioco da top di gamma grazie alle frequenze di clock di 5,5GHz.

Al momento non sono stati ancora svelati e mostrati nel dettaglio quelli che saranno i vari modelli dei processori AMD Ryzen 7000. Maggiori dettagli sui processori e la finestra di lancio, saranno svelati nei prossimi mesi.

Fonte: AMD