Apple cessa la produzione di iPod! Fine di un’era per gli amanti della musica, ma il suo DNA continuerà con iPhone e altri dispositivi!

Apple iPod

Apple ha deciso di interrompere la produzione degli iPod. In particolare, l’azienda interromperà la produzione di iPod Touch (7a Generazione). Si tratta di un device presentato nel 2019 e che presenta al suo interno lo stesso Apple A10 Fusion montato su iPhone 7. Il taglio di memoria era invece da 256GB, ed era rimasto sinora l’ultimo modello di iPod acquistabile da Apple.

Con questa scelta, a dire la verità piuttosto comprensibile, si chiude definitivamente un’era per gli amanti della musica. Questi dispositivi, così iconici per l’azienda di Cupertino, rappresentavano fino all’avvento degli smartphone il miglior modo per ascoltare le proprie canzoni preferite in portabilità.

Il loro futuro è stato però segnato dall’avvento di iPhone e degli smartphone, dispositivi capaci di offrire i benefici di un telefono e, al tempo stesso, la multimedialità di un iPod. Per i primi anni, gli iPod riuscivano comunque ad imporsi, grazie non solo a un costo contenuto, ma anche a caratteristiche hardware come DAC migliori rispetto a quelli montati su Smartphone.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Col passare del tempo, però, anche gli smartphone hanno iniziato ad avere DAC sempre migliori, e questo – unito poi alla sempre maggiore versatilità, tale da rendere prestanti anche smartphone poco costosi – ha dato il colpo di grazia ad iPod. Le vendite di tali dispositivi sono colati a picco in tutto il globo.

Solamente negli Stati Uniti iPod ha continuato ad avere un minimo di clientela. Il dispositivo ha rappresentato infatti la scelta perfetta per i genitori, i quali magari volevano dare al figlio uno smartphone ma senza che questo potesse consentire chiamate o altro. A quanto pare, però, questa clientela non è stata abbastanza numerosa da giustificarne i costi di produzione.

Greg Joswiak, Senior Vice President del Worldwide Marketing di Apple, ha dichiarato: “La musica è sempre stata nel DNA di Apple. Portarla a centinaia di milioni di utenti come ha fatto l’iPod non solo ha avuto un impatto enorme sull’industria musicale, ma ha anche ridefinito il modo in cui le persone la scoprono, la ascoltano e la condividono”.

“Oggi, l’essenza di iPod continua a vivere. Abbiamo integrato un’incredibile esperienza musicale su tutti i nostri prodotti, da iPhone e Apple Watch fino a HomePod mini, e anche Mac, iPad e Apple TV. Con Apple Music, poi, possiamo fornire una qualità del suono di altissimo livello grazie al supporto per l’audio spaziale: non c’è modo migliore per scoprire, ascoltare e vivere la musica”, conclude Joswiak.

Fonte: Sito ufficiale Apple