Apple rimuove Fortnite dall’App Store: Epic Games pronta a fare causa

apple-rimuove-fortnite-dallapp-store-epic-games-pronta-a-fare-causa
Banner Telegram Gametimers 2

Come un fulmine a ciel sereno, ecco la notizia che mai nessuno si sarebbe aspettato. Apple ha confermato di aver rimosso il gioco Fortnite dall’Apple Store per dispositivi iOS. L’azienda della mela, dopo aver visto i recenti avvenimenti legati a Fortnite su piattaforma mobile, ha deciso di rispondere in maniera ferrea e decisa.

Ma facciamo un piccolo passo indietro, e andiamo a capire meglio ciò che c’è dietro all’accaduto. In data odierna, giovedì 13 agosto, i ragazzi di Epic Games hanno introdotto un nuovo sistema di pagamento esclusivo per la versione mobile di Fortnite. In sostanza, questa novità relativa ai pagamenti consente di evitare la tassazione del 30% sia da parte di Google (Android) che Apple (iOS). Così facendo, i giocatori stessi che decideranno di tirar fuori una somma di denaro lo verseranno direttamente nelle casse di Epic.

Bisognava immaginare che sia Apple che Google non avrebbero digerito facilmente la lieta novella, a causa delle perdite economiche che entrambe le aziende avrebbero avuto. Allo stesso tempo, non ci saremmo mai immaginati una mossa così importante nei confronti di Fortnite da parte di Apple. Allo stato attuale la situazione è complicata perchè, su Android, Epic Games potrebbe utilizzare il classico metodo del client scaricabile dal sito ufficiale del gioco. Discorso diverso per dispositivi come iPhone e iPad che non hanno vita al di fuori dell’Apple Store.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

“Epic porta questa causa per porre fine alle azioni sleali e anticoncorrenziali di Apple, intraprese per mantenere illegalmente il suo monopolio in due mercati distinti e multimiliardari: il mercato di distribuzione di app iOS e il mercato di elaborazione dei pagamenti in-app iOS. Epic non sta cercando un risarcimento monetario da questa Corte per le lesioni che ha subito. Né Epic sta cercando un trattamento favorevole per se stessa come singola azienda. Epic sta cercando un provvedimento ingiuntivo per consentire una concorrenza leale in questi due mercati chiave che interessano direttamente centinaia di milioni di consumatori e decine di migliaia, se non di più, di sviluppatori di app di terze parti. Piuttosto che tollerare questa sana concorrenza e competere sui meriti della propria offerta, Apple ha risposto rimuovendo Fortnite dalla vendita sull’App Store, il che significa che i nuovi utenti non potranno scaricare l’app, e gli utenti che hanno già scaricato le sue versioni precedenti non potranno più aggiornarlo all’ultima versione. La rimozione di Fortnite da parte di Apple è un altro esempio di come l’azienda usi il suo enorme potere al fine di imporre restrizioni irragionevoli e mantenere illegalmente il suo monopolio al 100% sul mercato dell’elaborazione dei pagamenti in-app iOS.”

Infine, Epic Games ha annunciato ufficialmente un nuovo cortometraggio nel Party Royale di Fortnite, intitolato Nineteen Eighty-Fortnite e chiaro riferimento ad un vecchio spot della Apple, utilizzato nel 1984 per sponsorizzare l’uscita del Macintosh.

Al momento non ci resta che rimanere in attesa di ulteriori informazioni e della risposta di Apple, che potrebbe arrivare nelle prossime ore.

Avete letto che il servizio xCloud di Microsoft è stato bloccato da Apple sul suo App Store? Cosa ne pensate a riguardo?