Counter-Strike: Pro Player condannata a 116 anni di carcere per frode!

Una ex-giocatrice professionista di è stata colpita da una pesante condanna a seguito di un’accusa per frode. A quanto pare la -player Shayene “shAy” Victorio è stata condannata a 116 anni di carcere, dopo che sono state mosse accuse di frode nei confronti di un negozio online che ha contribuito a gestire tra il 2013 e il 2017.

Banner Telegram Gametimers 2

Victorio, che ha sfruttato il suo successo da professionista di Counter-Strike aveva un ampio seguito online, ed è accusata di aver gestito un negozio che non ha mai fornito la merce ai clienti, né dato mai un rimborso sulla merce non ricevuta.

Nonostante la condanna, il Brasile pone un limite di 30 anni al carcere per i suoi cittadini. Victorio durante l’appello ha affermato che la colpa è dei suoi ex-soci in affari sul sito, incluso il suo ex-marito.

In una dichiarazione sulla sua pagina , Victorio chiarisce che, poiché è attualmente impegnata in un processo di appello, non è stata ancora arrestata. Sarà presa in custodia solo se l’appello dovesse fallire, ma il suo avvocato ha dichiarato che considerano la sentenza “disumana” e che chiederanno una nuova decisione al tribunale “Con il pretesto del principio di innocenza.

A partire dall’anno scorso, Victorio aveva lasciato il mondo professionale di Counter-Strike per concentrarsi sul suo di influencer sui social media. I dettagli del negozio che si dice abbia gestito non sono forniti e non si sa quanto tempo richiederà il processo di appello.

Recentemente in Italia, lo YouTuber St3pny è stato condannato a 8 mesi di carcere per evasione fiscale.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere come sempre nei commenti.

Fonte: gamespot