Dragon Age 4: il direttore creativo Matthew Goldman lascia Bioware dopo 23 anni.

dragon-age-4-Matthew-Goldman-lascia-BioWare

Dragon Age 4 è ancora in fase di sviluppo e sicuramente non lo vedremo nel breve tempo, ma ora arriva una notizia che potrebbe allungare ulteriormente il processo di sviluppo, ovvero Matthew Goldman, direttore creativo del gioco, lascia BioWare dopo 23 anni di lavoro per la compagnia.

La notizia arriva direttamente dalla testata di , che ha pubblicato un’email di Gary McKay General Manager di Bioware, dove viene annunciata la partenza di Goldman, dove tuttavia ci tiene ad assicurare i fan della serie che la realizzazione di Dragon Age 4 proseguirà e che cercheranno di svilupparlo all’altezza degli standard di BioWare.

“Ciao a tutti voi.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Spero che stiate bene. Vi scrivo per informarvi che Matt Goldman lascerà BioWare. Abbiamo deciso di comune accordo di separarci e l’ ultimo giorno che passerà con noi è oggi.

Comprendiamo che la partenza di Matt avrà un forte impatto tra voi, così come sullo sviluppo di Dragon Age 4. Siate certi che il nostro impegno per realizzare un gioco Dragon Age di alta qualità non è finito e che non pubblicheremo un gioco che non sia all’altezza degli standard di BioWare.

Noi, incluso il team esecutivo di EA , abbiamo assoluta fiducia nella leadership dello e nelle persone che lavorano a questo gioco per portare avanti la nostra visione”.

I motivi dell’abbandono da parte di Goldman sono al momento sconosciuti, ma la conferma dell’avvenuta fine dei rapporti tra BioWare e Goldman è stato confermato da un rappresentate di Electronic Arts.

Dragon Age 4 come dicevamo prima è al momento ancora in fase di sviluppo, e non c’è ancora una data di previsione di lancio, nè si sa quando verrà presentato in via ufficiale con qualche teaser o trailer che che sia cinematico o di gameplay.

E voi cosa ne pensate, senza Goldman pensate che il quarto capitolo della serie potrà essere degno dei suoi illustri predecessori? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Fonte: Kotaku