Ecco le migliori 25 console di sempre, secondo The Guardian

le migliori console di sempre
Banner Telegram Gametimers 2

Come già vi abbiamo anticipato in un nostro articolo, il portale The Guardian ha stipulato una classifica TOP 25 sulle migliori console da gioco di sempre.

Quest’oggi andremo a vedere meglio insieme ciascuna di queste console più da vicino, con la speranza che possiate trovare tra queste la vostra console preferita. O magari, dare un incipit a qualcuno che vorrebbe iniziare a giocare su questi hardware.

Ma prima di partire, è doveroso dire che da parte nostra non c’è nessun incentivo a voler dar vita a una console war, dato che si tratta di una classifica del tutto soggettiva e che potrebbe variare da giocatore a giocatore. A noi piace il confronto col prossimo e sicuramente questo articolo potrà essere un moto di discussione col pubblico e con i lettori, che hanno una semplice passione in comune: i videogiochi.

Si parte!

Indietro

25. 3DO (1993)

Se non conoscete la storia del 3DO o se non conoscete proprio questa incredibile console, mettetevi comodi, preparate i fazzoletti (il finale non prevede un happy ending) e iniziate a leggere.

C’era una volta un signore chiamato Trip Hawkins, fondatore della Electronic Arts, a cui venne in mente, di proporre una nuova e avveniristica console a 32bit con l’incredibile e nuovissimo supporto CD. Al tempo sia la Nintento che la Sega cercavano un modo per potenziare le loro console 16bit: chi inserendo chip FX nelle cartucce, chi dotando di un lettore CD come accessorio. Hawkins che con Dave Needle e R. J. Mical, guardavano al futuro con fiducia e occhi lucidi, e iniziarono a proporre la loro idea di console next generation a diversi produttori, trovando come partners colossi quali la Panasonic, la LG (al tempo Goldstar), la Sanyo e la Creative. Ognuno di essi avrebbe prodotto la sua macchina da giochi, “teoricamente” compatibile ai giochi marchio 3DO. Il supporto CD avrebbe non solo sostenuto la grafica 3D, ma avrebbe utilizzato anche filmati in Full Motion Video con vere e proprie produzioni cinematografiche. Nel 1993 la 3DO fece il suo ingresso nel mercato videoludico con un parco giochi di tutto rispetto: Gex, Alone in the Dark, Super Street Fighter 2, Samurai Shodown, Puzzle Bobble e altri titoli celebri all’epoca.

Indietro

Rispondi