Elden Ring su Xbox Cloud Gaming? Solo un bug, spiega Microsoft

elden ring arrivo del gioco su game pass era un bug

Negli scorsi giorni avrete probabilmente sentito parlare di alcuni utenti che avrebbero intravisto la dicitura “Xbox Cloud Gaming” nella schermata di Elden Ring ed altri giochi. La notizia ha fatto sperare che a breve ci sarebbe stato un ufficiale a riguardo ma le cose sono andate in maniera letteralmente opposta. Microsoft ha infatti confermato che sia la comparsa di quella dicitura, sia la comparsa dei suddetti titoli su Xbox Game Pass erano in realtà dovuti ad un bug del sistema.

Se avete visto Elden Ring e altri giochi apparire come se potessero essere giocabili su Xbox Cloud Gaming o Game Pass, Microsoft afferma che si è trattato di un bug che è già stato corretto con un aggiornamento” afferma Tom Warren di The Verge.

Oltre ad Elden Ring tra gli altri titoli finiti sotto il riflettore troviamo 5 e il più recente Soul Hackers 2. In molti hanno ipotizzato che a breve i titoli sarebbero arrivati su Xbox Game Pass e che l’ servisse inoltre per promuovere il servizio di Cloud Gaming di Microsoft. Alla fine invece è stato tutto frutto di un errore non intenzionale.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Siamo a conoscenza di un bug che mostrava erroneamente alcuni titoli come disponibili con Xbox Game Pass Ultimate. Abbiamo già implementato una correzione e sistemato il problema” ha fatto sapere un portavoce di Microsoft.

Non bisogna stupirsi però per la reazione dei giocatori. In più di un’occasione gli utenti Xbox hanno scoperto i nuovi titoli del catalogo Game Pass grazie ad errori in questo tipo. Certo, avere a disposizione due capolavori come Elden Ring e 5 su Cloud avrebbe potuto essere un bel colpo per Microsoft. Al momento però questo rimarrà solo un lontano miraggio.

Gametimers, ora la parola spetta a voi. In futuro quale titolo vi piacerebbe vedere su Xbox Game Pass? Fatecelo sapere lasciando un commento e continuate a seguirci per non perdere le ultime notizie!

Fonte: Eurogamer