Genshin Impact: cheater arrestati e condannati a 4 anni di prigione, secondo un sito di finanza cinese

Genshin Impact

La piaga del cheating, ossia l’utilizzo di programmi che aiutano il giocatore in quel che di fatto si traduce in un imbroglio, è un fenomeno anche su Genshin Impact. Nonostante tutto, nel corso del tempo le segnalazioni da parte dei giocatori non sono poi state molteplici. Soprattutto a causa della natura PVE del titolo, il fenomeno è passato in sordina. Gli arresti risalgono al 2021. Tre persone in tutto, accusate della creazione di cheat per il gioco di Hoyoverse. Dalla Cina, ora giunge voce ci siano le condanne per gli arrestati.

Secondo Finance.sina, sito cinese specializzato in finanza, tre delle persone che erano state arrestate con l’accusa di vendere cheat per Genshin Impact hanno ricevuto una pena fino a quattro anni di prigione. A riportare la storia, il portale Gamerant. Si tratta della prima volta in assoluto, secondo diversi report, che un cheater di Genshin Impact viene arrestato e punito con la prigione. Onestamente, crediamo che di casi analoghi ce ne siano ben pochi nell’industria in generale.

I creatori del cheat in questione avevano venduto oltre 40.000 chiavi di accesso, generando introiti illeciti per 300.000 dollari. La condanna più pesante la subisce il creatore di questo giro d’affari illegale. Il subreddit dedicato riporta di una condanna a 4 anni di reclusione e una da 50.000 dollari. Il suo principale complice ha invece ricevuto tre anni e dieci mesi di pena, mentre l’ammontare della multa rimane analogo. La sorte è stata un po’ più magnanima con il terzo uomo. Per lui, un anno e 6 mesi di reclusione e “solo” 10.000 dollari di multa.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Questa lotta così ferrata mossa da Hoyoverse nei confronti del cheating ha sorpreso gli stessi giocatori di Genshin Impact, spiazzati di fronte alla condanna dei tre uomini. Altri giocatori hanno però giustamente chiarito che questi cheater danneggiavano anche Hoyoverse, con quest’ultima che generava meno profitti del dovuto. E voi che ne pensate? Ditecelo nei commenti come sempre, cari Gametimers. Nel frattempo ricordiamo che Hoyoverse è al lavoro anche su Zenless Zone Zero.

Fonte: Gamerant