God of War: qualcuno ha provato a portare la versione tarocca su Xbox. Ecco War Gods Zeus of Child

War-Gods-Zeus-of-Child-Kratos-Xbox-Brutta-Copia-God-of-War

War Gods Zeus of Child è quanto di più brutto abbiamo visto negli ultimi tempi. Il gioco, infatti, rappresenta una brutta copia di God of War, con proprio il personaggio di Kratos a fare da protagonista. Si può chiaramente notare come lo sviluppatore Dolaka LTD non abbia nessuna paura a nascondere la sua creatura. Inutile dire quanto la curiosità di provare questo abominio sia stata alta, ma purtroppo, com’era prevedibile, il gioco non è più disponibile sullo store di Microsoft. Ma vediamolo insieme.

Prima di tutto, War Gods Zeus of Child non era un gioco gratis. Il titolo poteva essere acquistato alla modica cifra 4,09 euro. Ora, vi chiederete come un titolo del genere possa essere stato approvato per entrare nello store. Beh, così non è stato. O meglio, non ce n’era bisogno poiché il gioco sembrava facesse parte dell’Xbox Creators Program, secondo quanto riportato dal portale inglese Eurogamer. Questa non è altro che un’area dove agli utenti è permesso pubblicare le proprie creazioni senza il bisogno di essere approvate.

Ora, andiamo a vedere nel dettaglio War Gods Zeus of Child. Dal video, che potete trovare a fondo articolo, è possibile vedere come la fisica del gioco è praticamente inesistente. Le animazioni di Kratos sono molto limitate, e in più manca quella della camminata all’indietro. Il gioco in sé consiste semplicemente nell’uccidere dei mostri fino a che non morite, oppure vi stancate di giocare. Il tutto, poi, si svolge all’interno di un’arena.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Com’era facile aspettarsi, la brutta copia di God of War non è riuscita a rimanere per molto tempo. Il gioco è infatti sparito dallo store. Ma non vi preoccupate, non è stata una grande perdita. Di sicuro Phil Spencer non intendeva questa quando dichiarò di non veder l’ora di giocare all’esclusiva PlayStation.

E voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Eurogamer