Gundam: annunciato il film live-action! Sarà realizzato da Netflix in collaborazione con il direttore di Kong Skull Island

Gundam

è una delle serie più importanti nella storia dell’animazione giapponese. Uscita nel 1979, cambiò fin da subito il modo di vedere i robottoni negli anime. Fino a quel momento, infatti, i mecha venivano ritratti come essere invincibili, in grado di superare qualsiasi ostacolo. Con Gundam, invece, questo non avveniva, ma, anzi, il robot era in grado di subire danni, rendendolo quindi vulnerabile e, per certi, versi, più umano.

Banner Telegram Gametimers 2

Da allora la serie ideata da Yoshiyuki Tomino e Hajime Yatate ha avuto un riscontro incredibile sia in Giappone che altrove. Furono tante le serie animate e i manga rilasciati, e tutt’ora vengono proposti sempre nuovi progetti. Come non parlare, poi, dei videogiochi, anche se alcuni sono rimasti esclusivi per il Paese del Sol Levante. A mantenere, inoltre, alta l’attenzione per il franchise, ci ha pensato il modellismo dedicato alla serie. Sul mercato, infatti, sono presenti svariati kit di costruzione che vanno dalla versione dedicata ai neofiti, a quelle per esperti.

Visto il successo incredibile della saga, Netflix ha deciso di realizzarne il film live-action. A dirigere il progetto sarà Jordan Vogt-Roberts, conosciuto per Kong Skull Island e lo scrittore di fumetti Brian K. Vaughan. Al momento, non sono stati rilasciati dettagli riguardanti la trama del lungometraggio. Ricordiamo che la saga racconta la storia di un dove gli umani sono riusciti a espandersi oltre le stelle, creando colonie in vari punti dello . Inevitabilmente, scoppia poi un conflitto tra le colonie e la popolazione terrestre, con le prime che chiedono più indipendenza.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Non possiamo fare altro che attendere ulteriori dettagli. Vi terremo aggiornati non appena ne sapremo di più. A proposito, avete dato uno sguardo al modello in scala 1:1 presente a Yokohama, in Giappone? L’apertura ufficiale al pubblico è avvenuta il 19 dicembre 2020, e resterà aperta fino al 31 marzo 2022.

Fonte: Polygon