Impiantata la prima mano robotica permanete nata da un progetto italiano

In Svezia a Göteborg è stata impiantata a una donna di 45 anni la prima mano robotica permanente.

Il progetto nasce in Italia all’Istituto di Biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, ed è guidato dal Prof. Christian Cipriani.

L’arto robotico è fissato a Radio e Ulna attraverso due supporti in titanio e a differenza di tante altre mani robotiche questa è permanente.

Le novità non finiscono qui, il progetto è estremamente avanzato garantendo anche movimenti di precisione controllabili attraverso 16 sensori posti nei muscoli dell’avambraccio lesionato.

La protesi inoltre attraverso i sensori è anche in grado di fornire un feedback ripristinando il senso del tatto.

Fonte: Wired

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.