Logitech G Pro Racing Wheel: volante Direct Drive svelato! La sfida a Fanatec e Thrustmaster è lanciata

Logitech G Pro Racing Wheel Direct Drive e Logitech Pro Racing Pedals svelati volanti professionali per PlayStation e Xbox

Alla fine è successo, Logitech ha deciso di fare sul serio nel mondo racing lanciando la sfida a niente di meno che Fanatec, Thrustmaster e tutti i produttori di volanti professionali. Durante il Logi Play, infatti, oltre Logitech G Cloud, è stato svelato il volante Logitech G Pro Racing Wheel. Un volante dalla coppia considerevole data dalla tecnologia Direct Drive di cui dispone e dal costo, ovviamente, considerevole. Oltre al volante, è stata svelata anche la nuova pedaliera Logitech Racing Pro Pedals, venduta però separatamente.

Il Logitech G Pro Racing Wheel è un volante Direct Drive, ossia a presa diretta. Il volante è collegato direttamente all’albero e il Feedback dato non sarà filtrato da cinghie o ingranaggi, cosa invece presente su volanti obsoleti. Ciò garantisce non solo una risposta molto più pronta, ma permette anche di usare motori più potenti. In questo caso, il volante sarà capace di generare 11nm.

Per darvi un termine di paragone, il Logitech G923 supera appena i 2nm, e presenta una zona morta centrale dove il Feedback è quasi assente. Parliamo dunque di un valore oltre 5 volte superiore, e che si manterrà più costante nel tempo a differenza del suo cugino a ingranaggi. Il tutto sarà impreziosito dal TrueForce già visto sul G923.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

La sarà fornita con una nuova corona dal look sportivo dotata di Quick Release, di due Rotary e di paddle magnetici. Sul posteriore troviamo anche due leve della frizione, ideale per partire bene con le auto da corsa moderne. Insieme al volante, Logitech ha svelato la nuova pedaliera Logitech G Pro Racing Pedals, dotata di un freno a cella di carico fino a 100kg e che permette di regolare la posizione dei pedali.

Purtroppo, non potremo modificarne l’inclinazione, dunque dovremo affidarci alla postazione per agire su ciò. Chiaramente, il prezzo del pacchetto non sarà a buon mercato. Per il Logitech G Pro Racing Wheel saranno richiesti 1.099 euro e includerà al suo interno il servomotore, il cavo dell’alimentazione, un cavo USB e un morsetto per attaccare il volante a una scrivania (ha davvero senso?). La pedaliera Logitech Pro Racing Pedals costerà invece 389 euro e includerà al suo interno anche un cavo USB da 2,5 metri, la documentazione ufficiale e una serie di accessori volta alla regolazione e manutenzione della pedaliera.

Il volante sarà disponibile in due versioni: PlayStation e . Non ci troveremo dunque di fronte a un volante multipiattaforma come, invece, fa Fanatec. Ovviamente, il volante funzionerà anche su PC a prescindere dalla versione scelta. Traete voi le vostre conclusioni su quale optare tra i due.

Insomma, finalmente abbiamo avuto da parte di Logitech la risposta che attendevamo da ormai tanti anni. Il nome Logitech ha un legame ventennale con il mondo del racing. I volanti dell’azienda sono sempre stati tra i più apprezzati e per distacco i più venduti. Nel primo decennio, Logitech era tra le aziende che produceva i migliori volanti in commercio, sfidando direttamente Fanatec sul mercato dei volanti consumer. Fu anche una delle prime aziende a introdurre il Force Feedback.

Nel secondo decennio, però, la compagnia si è un po’ “adagiata” sugli allori, presentando un Logitech G29 che altro non era che un rebrand del Logitech G27, venduto a un prezzo maggiorato e con la compatibilità con PlayStation 4 e, nella variante G920, One. La situazione si è riproposta con il Logitech G923 che presentava, però, alcune novità. In particolare, spiccava la tecnologia True Force, capace di regalare sensazioni aggiuntive.

E forse è proprio la tecnologia True Force a dare un quid in più a questo volante Direct Drive, stando ai primi pareri della stampa. È dunque sfida aperta al Fanatec CSL DD, nel mentre che Thrustmaster si appresti a svelare il suo tanto atteso Direct Drive. Quest’ultimo, però, partirà già con un grosso svantaggio: non sarà compatibile con console.

Fonte: Logitech