Nvidia GeForce RTX Serie 30: tutti le vogliono ma le schede dove sono?

ASUS ROG Strix RTX 3080
Banner Telegram Gametimers 2

Sono passati pochi giorni dalla presentazione ufficiale delle nuove schede video Nvidia. Il produttore americano ci ha mostrato tre modelli: la RTX 3070, la RTX 3080 e la RTX 3090, ingolosendo notevolmente le schiere di PC gamer che le attendevano da mesi.

Oltre alle prestazioni straordinarie, queste schede video hanno un prezzo davvero eccezionale! Così vantaggioso da mettere completamente fuori mercato l’intera fascia media e alta della Serie 20 di RTX. Si salva giusto la RTX 2060 SUPER. Ed è proprio qui che nascono i problemi. A pochi giorni dalle date di uscita indicate da Nvidia (almeno per le RTX 3080 e RTX 3090) dove sono queste schede video?

Al momento il mercato è bloccato in un limbo. Non si può tornare indietro, ma neppure si riesce ad andare avanti.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Questo perchè l’annuncio bomba fatto da Nvidia ha letteralmente messo KO il mercato delle schede video. I retailer privati, così come lo stesso Amazon hanno i magazzini pieni di RTX Serie 20 e con prezzi che arrivano fino a 1.600€ per una RTX 2080 TI. Ma chi mai sarebbe così sprovveduto o folle da spendere questa cifra mostruosa quando potrà ottenere prestazioni sicuramente maggiori con una RTX 3080 da 719€?

Ecco quindi che dall’annuncio delle RTX Serie 30 non si può più tornare indietro, nessuno vuol più comprare una Serie 20 e si può solamente guardare avanti all’arrivo delle nuove schede. Ma come dicevamo dove sono tutte queste schede? Dove sono i pre-order? C’è stato giusto qualche annuncio per mostrare il design dei modelli di ASUS, MSI, Zotac, ma la disponibilità e soprattutto le specifiche di queste versioni custom?

Persino sullo stesso sito di Nvidia non è possibile fare il pre-order! Ma bisogna accontentarsi del pulsante ‘Avvisami‘ che vi inserirà in una mailing list con milioni di altri utenti in attesa dell’apertura delle prenotazioni. Solo Gigabyte si è spinta un po’ più in là provando ad aprire le prenotazioni su Amazon. Il risultato è stato che le poche schede disponibili (o solamente promesse) sono andate sold-out in brevissimo tempo, al punto che ora è sparita anche la pagina del prodotto dal sito italiano!

GeForce RTX 3090, RTX 3080 e RTX 3070: le scorte sarebbero limitatissime!

La situazione non è certo migliore per gli altri siti eCommerce o per i piccoli retailer. I rivenditori che abbiamo interpellato hanno ancora a magazzino schede RTX serie 20 che nessuno ovviamente vuole più, mentre sulla disponibilità delle nuove RTX Serie 30 aleggia un enorme punto interrogativo. Si parla di scorte limitate, anzi limitatissime.

Diventa lecito credere che in molti probabilmente resteranno delusi nelle prossime settimane, se non addirittura nei prossimi mesi, stando alle notizie pubblicate da alcuni siti stranieri che indicano nel 2021 l’effettiva entrata a regime della produzione delle nuove GPU, subordinata alla resa del nuovo processo produttivo a 8nm di Samsung. Un bel problema, perché da qui ad allora il mercato PC high end rischia di rimanere congelato

In questo scenario un’ancora di salvezza poteva arrivare da AMD, che però ha fissato molto in là l’appuntamento con “Big Navi”, la sua nuova GPU basata su architettura RDNA2 (la stessa delle console nextgen) e dotata di raytracing. Infatti dovremo attendere fino al 28 ottobre per scoprire le nuove schede video di AMD di cui fino a oggi non è trapelato alcun dettaglio ufficiale. Questa data però non può far altro che obbligare i giocatori a mettersi l’animo in pace, perchè appunto ci sarà da pazientare ancora almeno un mese e mezzo. E le prime stime parlano comunque di prodotti da 20TFLOPS, in grado quindi nella migliore delle ipotesi di competere con la fascia “bassa” della nuova famiglia Nvidia. Salvo sorprese!

Solo il tempo ci darà tutte le risposte. Ma la speranza naturalmente è che la disponibilità sul fronte “Serie 30” possa sbloccarsi entro le prossime settimane, così da far fronte alle richieste dei tanti appassionati.

Se non avete seguito la presentazione, potete recuperare qui di seguito la nostra live.

Fonte: The FPS Review