NVIDIA RTX 3080 Ti è realtà. Ecco le prime immagini della versione MSI SUPRIM X

Solo qualche settimana fa, avevamo visto come MSI si stava preparando a spedire i primi modelli di schede grafiche RTX 3080 Ti Ventus da 12GB, intercettate in uno scatto fotografico in transito per i depositi di Los Angeles, cosa che ha fatto subito immaginare come le spedizioni verso i grandi centri di distribuzione fossero iniziate.

Banner Telegram Gametimers 2

Ora, la redazione di Videocardz è entrata in possesso di uno scatto che rivela l’arrivo anche di un’altra scheda della serie Ti, e stiamo parlando della versione SUPRIM X sempre targata MSI. Pare che la foto arrivi da un centro di distribuzione, ma non è stato rivelato quale.

La RTX 3080 Ti SUPRIM X, è il modello di punta della serie di schede Nvidia distribuite da MSI, in quanto queste schede offrono la migliore prestazione e le migliore qualità dei materiali impiegati per i componenti. A differenza della serie GAMING TRIO che ha debuttato a settembre 2020, i modelli SUPRIM presentano una piastra posteriore completamente in metallo.

Nvidia GeForce RTX 3080 Ti è una nuova scheda grafica di fascia alta che dovrebbe offrire prestazioni paragonabili a RTX 3090. Tuttavia, a differenza della scheda grafica di punta da 1.499 dollari, questo modello presenterà metà della memoria: viene fornita con 12GB di memoria GDDR6X a 384bit . Una grande riduzione della capacità di memoria e una leggera diminuzione del numero di core CUDA (10.240) forniranno sicuramente un’opzione interessante, se il prezzo delle schede grafiche dovesse stabilizzarsi, ovviamente.

La NVIDIA RTX 3080 Ti dovrebbe essere annunciata ufficialmente il 18 maggio con una data di messa in commercio prevista per il 26 maggio (entrambe le date non sono state confermate). Questo SKU verrà lanciato nello stesso momento in cui NVIDIA sta aggiornando la sua gamma RTX 30 con la serie Lite Hash Rate. Questo modello, insieme alla serie LHR, sarà caratterizzato da un limitatore di hash rate per il mining di e da ResizableBAR.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Fonte: videocardz