Pepsiman: il classico PS1 rifatto in chiave next-gen con Unreal Engine 4

Pepsiman fan remake PS5 next-gen

Uno sviluppatore, Yahya Danboos, ha ricreato totalmente da zero il primo livello di Pepsiman, un titolo cult uscito sulla prima PlayStation, il tutto in chiave totalmente next-gen. Lo sviluppatore ha infatti sì, usato il codice originale come base, ma da esso ha poi ricreato il livello usando tecnologie moderne, inclusa anche un’avanzata illuminazione in Ray Tracing.

Banner Telegram Gametimers 2

Il risultato è decisamente carino, con un comparto estetico davvero pregevole. Lo sviluppatore ha voluto riproporre il classico per PlayStation in tutta la sua essenza, senza dunque stravolgere nulla, character design compreso. Un vero gesto d’amore verso un titolo così storico eppure così sconosciuto ai più.

Yahya Danboos, per chi non lo conoscesse, è il lead game designer di UNIVERSE Inc., una casa sviluppatrice giapponese specializzata nello sviluppo di giochi in VR. Va da se, dunque, che questo esercizio tecnico non sia nulla di più di un semplice “sfizio“, ma a cui lo sviluppatore tiene molto.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Pepsiman è infatti uno dei titoli preferiti della sua infanzia, così come dell’infanzia di molti altri giocatori. Il gioco, ideato per fare pubblicità alla nota marca di bevande, è stato sviluppato e pubblicato da KID per la prima PlayStation. Il titolo, di stampo platform, prevedeva che il giocatore superasse un gruppo di ostacoli e pericoli di varia entità.

Il titolo fu abbastanza snobbato all’inizio ma esso acquisì, dopo l’uscita, una sempre più crescente popolarità. Il motivo è dovuto al protagonista stesso, dotato di un certo ‘fascino’ e che ha saputo farsi apprezzare nelle varie cutscene presenti tra un livello e l’altro. In ogni caso, che ve ne pare di questo lavoro? Ditecelo nei commenti, come sempre.

Nel frattempo, vi rimandiamo anche al progetto di un altro appassionato, il quale ha ricreato Bloodborne in ottica vintage. Egli ha infatti rifatto il capolavoro ripensandolo come un titolo per PlayStation. Potete vedere il risultato andando qui.

Fonte: Gamerant