The Mandalorian: Zenimax al lavoro su un MMO per Xbox?

the-mandalorian-disney-plus-stagione-3

Zenimax potrebbe avere in serbo una sorpresa per i videogiocatori Xbox One, Xbox Series X e Series S. Secondo una indiscrezione pubblicata da due insider – e riportata dal portale Comicbook – la house a marchio potrebbe essere al lavoro su un MMO dedicato a The Mandalorian.

Il primo a parlare di un eventuale gioco dedicato a The Mandalorian fu Nick Baker – co-fondatore di XboxEra – già un anno fa. Adesso il rumor è stato ripescato dal ‘collega’ leaker Skullzi. I rumor iniziali, quelli di Baker, erano parecchio incompleti e si basavano su un fatto particolare. Nel corso degli ultimi due anni, diversi utenti si sono accorti che le apparizioni di Phil Spencer in video conferenza del suo ufficio nascondevano sempre qualche dettaglio che rimandava ad annunci futuri riguardanti il mondo Xbox. Baker notò sullo sfondo di uno di questi collegamenti alcuni elementi che rimandavano a Tha Mandalorian.

Ad un anno di distanza, dopo una prolungata assenza di informazioni al riguardo, Skullzi approfondisce affermando che le proprie fonti gli raccontano di un MMO. L’insider mette le mani avanti affermando che le sue fonti gli riportano solo ciò che riescono a cogliere lavorando dietro le quinte. Difficile dunque avere conferme ufficiali da loro in questo momento. Il ‘rumor’ fa parte di una lista più lunga di informazioni che Skullzi afferma di avere ricevuto dalle sue fonti e riportate così come erano. Pur non specificando quali, Skullzi afferma che molte delle voci in lista sarebbero state smentite successivamente da Jason Schreier. Molte, non tutte ci tiene a precisare Skullzi. Non è chiaro dunque se un titolo dedicato a The Mandalorian sia tra queste.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

La smentita di Schreier è stata sufficiente a generare un backlash nei confronti di Skullzi che è dovuto ricorrere ad una serie di tweet successivi per spiegare la sua posizione. “Non mi sono mai definito insider” afferma, riporto solo ciò che mi dicono. Alcune di queste voci sembravano supportate da prove” ha concluso.

Qui parte il mio personale appello a insider, leaker e sedicenti tali: se non siete sicuri di qualcosa, state attenti a come ne parlate che poi mi tocca scrivere articoli come questo.

Fonte: Comicbook