Willy Il Principe di Bel-Air: In lavorazione il reboot della serie TV con Will Smith

Willy Il Principe di Bel-Air
Banner Telegram Gametimers 2

Direttamente da Hollywood ci giunge la notizia che è in lavorazione il reboot della celebre serie degli anni ’90, Willy Il Principe di .

La serie andata in onda per la prima volta dal 1990 al 1996, ha reso celebre il suo protagonista Will Smith. Come racconta la sigla, si tratta della maxi-storia di Willy Smith ragazzo del ghetto losangelino che va a vivere nella casa dello zio, l’avvocato milionario Philip Banks, nel quartiere di Bel-Air uno dei più lussuosi della città.

Lo stravolgimento è totale nello stile di vita di Willy, scapestrato e cresciuto in strada. A fargli da contraltare il super educato e composto maggiordomo Geoffrey Butler, con il suo tipico aplomb inglese. Nel mezzo i tre cugini di Willy, abituati a vivere nel lusso e nel rispetto del bon ton pur essendo decisamente esuberanti.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Il reboot sarà basato su un celebre trailer fan made del regista Morgan Cooper. Si tratta di un totale capovolgimento narrativo della serie. Infatti il regista facendo un esercizio di stile ha voluto girare nuovamente circa quattro minuti di scene con un tono e drammatico, completamente agli antipodi rispetto al mood scanzonato della serie originale.

Secondo le fonti di Hollywood Reporter, la serie sarebbe in lavorazione da oltre un anno, con lo stesso Will Smith impegnato nella produzione attraverso Westbrook Studios e affiancato dalla Universal Pictures che ne detiene i diritti.

I produttori originari Quincy Jones e Benny Medina, assieme ai creatori Andy e Susan Borowitz, torneranno tutti sul set nel ruolo di produttori esecutivi.

Lo showrunnrer sarà Chris Collins (noto per The Wire, Crash, e Sons of Anarchy), che farà parte anche del team di produttori esecutivi e sarà co-sceneggiatore al fianco di Morgan Cooper. Al momento però non sono note le tempistiche di produzione.

Vi segnaliamo anche che la serie originale potete recuperarla interamente su Netflix.

Fonte: The Hollywood Reporter