Wuchang Fallen Feathers: dopo Black Myth Wukong dalla Cina arriva l’erede di Bloodborne e Dark Souls!

Wuchang Fallen Feathers è un nuovo gioco cinese sviluppato da . Ispirato ai titoli creati da From Software come e Bloodborne, il gioco è ambientato nell’ultimo periodo della Dinastia Ming. In questa versione fantasy del periodo storico, la popolazione è affetta da una misteriosa malattia che fa crescere sul loro corpo piume, portando le vittime alla pazzia. Noi giocatori, dal canto nostro, ci ritroveremo nei panni di una donna misteriosa, anche lei afflitta dalla stessa malattia, con un’enorme spada come arma prediletta.

Lo sviluppatore, per presentare Wuchang Fallen Feathers, ha pubblicato un lungo gameplay da ben 18 minuti. C’è da specificare che la versione mostrata è in fase di pre-alpha, quindi con ancora molto lavoro da fare. Tuttavia, non si può fare a meno di notare come vengano presi come punti di riferimento i giochi di From Software. Dai movimenti, ai suoni, persino all’ambientazione. Nei commenti sotto al su YouTube, infatti, alcuni utenti hanno sottolineato come certi aspetti tecnici siano fin troppo simili a Bloodborne, come l’Attacco Cruento, e persino Sekiro.

Nonostante questo, possiamo comunque notare una buona varietà tra le ambientazioni. ha dichiarato che prende ispirazione da società cinesi antiche realmente esistite. Tra queste ci sono Sanxingdui e Jinsha, quest’ultima scomparsa negli ultimi secoli dell’Era Volgare.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Insomma, ha ancora molto lavoro da fare se vuole fare in modo che Wuchang Fallen Feathers riesca a far colpo sui giocatore. D’altronde, se confrontato con altre produzioni orientali come Black Myth Wukong, è possibile vedere l’incredibile differenza tra le due produzioni. Anche quest’ultimo gioco è un souslike, anche se il suo sviluppo è molto più avanti rispetto a Fallen Feathers.

Subito qui sotto vi lasciamo il gameplay di Fallen Feathers. Per il momento non ci sono informazioni su una data precisa di pubblicazione, anche se lo sviluppatore punta al 2024. E voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: PC Gamer