Ecco Neil Harbisson, l’uomo che è riuscito a diventare un cyborg

Neil Harbisson

Questo è Neil Harbisson, uno dei primi uomini a diventare un cyborg.

Harbisson è un artista 33enne nato in Irlanda del Nord e cresciuto in Catalonia.

Fin dalla nascita soffre di acromatopsia, una rara malformazione della vista che gli impedisce di percepire i colori e vedere esclusivamente in bianco e nero.

Per questo motivo si è fatto impiantare un’antenna sulla testa che gli consente di ‘sentire‘ i colori.

L’antenna è un rilevatore cromatico che tramite un apposito software converte i colori in audiofrequenze che attraverso le ossa vengono convertite in suoni.

Harbisson in tal modo può percepire e riconoscere i colori in modo del tutto diverso dagli altri esseri umani.

L’ultima versione di quest’antenna gli consente anche di percepire gli infrarossi e gli ultravioletti, ampliando la sua gamma sensoriale.In Catalonia ha fondato la Cyborg Foundation, una fondazione che asseconda il transumanesimo.

Harbisson si considera un cyborg non tanto per l’adozione dell’impianto in se, ma per l’interconnessione che si è creata tra il suo cervello e l’impianto stesso. Non si tratta di una protesi tecnologica, ma di una parte del suo corpo.

E proprio questa tesi gli è servita per poter rinnovare il suo passaporto britannico, con l’ente interessato che ha obiettato sulla presenza dell’antenna nella foto di riconoscimento.

Fonte: La Stampa

 

Commenti

commenti