Electronic Arts attaccata dagli hacker! Rubati i codici sorgenti di FIFA 21 e il motore Frostbite

Electronic_Arts_Attacco_Hacker_Codici_Sorgente_FIFA_21_Frostbite_Cover_1
Electronic Arts vittima di un attacco hacker, trafugati i codici sorgente di FIFA 21 e del motore grafico Frostbite

Secondo un report pubblicato dal portale Motherboard, Electronic Arts ha subito un pesante attaccato hacker. Secondo quanto riportato, gli hacker sono entrati in possesso dei codici sorgenti di FIFA 21, e del motore grafico Frostbite. Un attacco, questo, che si aggiunge a quello subito da Projekt RED, dove anche in quel caso erano stati rubati i codici sorgenti dei loro giochi.

Gli hacker hanno annunciato di essere riusciti ad attaccare Electronic Arts con successo in alcuni forum privati. Un inviato del portale Motherboard è riuscito a entrare in uno di questi. Qui, i colpevoli hanno dichiarato di avere il codice sorgente di FIFA 21, insieme ai codici per i adibiti al matchmaking. In più, hanno detto di avere tutti gli strumenti necessari del , ovvero il motore grafico utilizzato per i titoli più importanti di EA, tra cui Battlefield.

Ma non è finita qui. Gli hacker sono entrati in possesso di altre informazioni, come il framework di EA e gli SDK (Software Development Kit, ovvero l’insieme di strumenti di sviluppo di un gioco). In totale, i colpevoli dicono di aver rubato più di 780gb di dati. Questi, inoltre, sono stati messi in vendita sempre in vari forum privati.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Electronic Arts ha confermato al portale Motherboard che è stata effettivamente vittima di un attacco e che le informazioni pubblicate dagli hacker erano i dati rubati. Tra i dati rubati, tuttavia, non risultano esserci i dati dei giocatori.

Il portavoce di EA ha dichiarato: “Stiamo investigando un recente incidente di intrusione nel nostro network dove un numero limitato di codici sorgenti dei nostri giochi e relativi strumenti sono stati rubati. Nessun dato riguardante i giocatori è stato toccato, e abbiamo motivo di credere che non ci siano rischi per la privacy dei nostri utenti. A seguito dell’incidente, abbiamo già fatto dei miglioramenti alla nostra rete di sicurezza e non ci aspettiamo un impatto sui nostro giochi o sul nostro business. Stiamo lavorando fianco fianco con le forze dell’ordine e altri esperti facenti parti di quest’indagine“.

Che cosa ne pensate di questo nuovo attacco hacker? Pensate che le aziende dovrebbero migliorare o controllare la propria rete di sicurezza informatica? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Motherboard