Final Fantasy 7 Remake: vendite retail inferiori alle aspettative, molto bene invece il digitale

final-fantasy-7-remake-vendite-retail-inferiori-aspettative-molto-bene-invece-il-digitale
Banner Telegram Gametimers 2

Nonostante sia stato uno dei giochi più attesi del decennio, Final Fantasy 7 Remake ha dovuto affrontare alcune circostanze piuttosto impegnative al momento della sua pubblicazione, dato che è arrivato sugli scaffali nel bel mezzo della pandemia del COVID-19.

Sin dall’inizio c’erano ampi segnali sul fatto che le vendite retail del gioco sarebbero state influenzate da tale situazione, e a confermarlo è stata Square Enix stessa durante il suo ultimo briefing finanziario riguardante l’ultimo trimestre. Se parliamo di copie acquistate in negozio, infatti, la software house ha confermato vendite inferiori alle iniziali aspettative.

Tuttavia, l’azienda giapponese afferma che ciò ha però portato un incremento esponenziale sul versante digitale con vendite sempre in crescita. Il gioco in questione ha contribuito al 63,2% delle vendite nette portando la base annua al 241,4% in più di ricavi.

In sostanza, alla fine Final Fantasy 7 Remake è riuscito comunque a vendere molto bene, impressionando tutti. In soli tre giorni dal lancio, il JRPG aveva già venduto ben 3,5 milioni di copie in tutto il globo.

Vi ricordiamo come Final Fantasy 7 Remake Parte 2 sia già nel pieno dello sviluppo e che forse, a breve, Square Enix riuscirà a dirci da quante parti sarà composto l’intero progetto. Contemporaneamente, i lavori sulla saga principale sembrano proseguire: secondo voci insistenti, Sony sarebbe riuscita ad accaparrarsi in esclusiva Final Fantasy 16 per PlayStation 5, almeno per un certo periodo di tempo, proprio come accaduto con il remake del settimo capitolo.

Fonte: Gamingbolt

Rispondi