Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin – Recensione (Nintendo Switch)

Monster Hunter Stories 2

La nostra recensione di Stories 2: Wings of Ruin per Nintendo Switch.

Sono ormai trascorsi tre mesi da quando Capcom ha pubblicato il più recente , Rise, per Nintendo Switch. All’epoca, partimmo alla volta di un villaggio che ricordava da vicino il Giappone Feudale, Kamura; ora, invece, ci ritroviamo catapultati nel mare blu e sempre più blu delle Hawaii. Sole, spiaggia, bibite fresche e mostri? Esatto! Stories 2: Wings of Ruin è qui, ed è il momento di tornare a tuffarsi in questo spin-off GDR. L’ultima volta, se ben ricordate, fu nel 2017 col primo capitolo su Nintendo 3DS.

Anni dopo, e con in mano una Switch, si torna a immedesimare un Rider. Chiunque non abbia giocato il primo capitolo, deve sapere che i mostri qui sono nostri amici, e son conosciuti come ‘Monstie‘. Il nostro dovere, invece, è quello di addestrarli per tenere testa ai nemici. Sì, sembra quasi di giocare a Pokèmon. Inizieremo creando il nostro alter ego con un ricchissimo editor e, dopo una fantastica introduzione, siamo già al villaggio di Mahana. Ma sole, salsedine, abbronzatura e relax dureranno davvero poco.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX
Annunciata la demo di Monster Hunter Stories 2 – Switch Italia

Una luce minacciosa color cremisi illumina la notte del festival, e il Rathalos guardiano – protettore dell’isola – è scomparso. Le cause sono sconosciute e il capo villaggio, Gara, ha ordinato ai Rider di indagare su questa storia misteriosa. La nostra avventura ha inizio, ma cosa distingue effettivamente un Rider da un Hunter? In Stories 2, oltre ai classici cacciatori, esistono anche personaggi capaci di creare un forte legame di amicizia con i mostri.

Questo legame sarà utile anche in battaglia, dato che ad accompagnarci ci saranno proprio i nostri amici Monstie. Il combattimento è a turni ma attenzione, le regole non sono così intuitive. A differenza dei classici , qui avremo tre tipi di assetti: Velocità, Potenza e Tecnica. Ognuno di questi possiede sia un punto forte che un punto debole, ed è solo tenendoli a mente che si determinerà la vittoria o la sconfitta in un testa a testa col nemico.

Per renderlo più facile, funziona così: Velocità batte Potenza, Tecnica batte Velocità e Potenza batte Tecnica. A primo impatto sembra davvero complicato ma fidatevi, diventa tutto più semplice appena lo si prova. Facciamo altri esempi: mettiamo caso che voi e l’avversario vi state attaccando a vicenda, si verificherà un testa a testa.

Monster Hunter Stories 2 is the perfect starting point for newcomers |  PCGamesN

Chi vince? Se noi siamo in assetto Potenza e l’avversario invece è in assetto Tecnica, guardando attentamente il ciclo, si noterà che vinceremo noi lo scontro diretto infliggendo danni critici. Coordinandoci col nostro mostro e attaccando con la stessa tipologia di abilità, daremo il via a una mossa combinata. Sfruttando per bene questi assetti, e vincendo i testa a testa, caricheremo la nostra barra legame e potremo utilizzare così le abilità. Abilità, per giunta, uniche per tutti i nostri Monstie.

Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin - GameTekk

Altri Monstie? Proprio così! Pensate ai Pokèmon; noi potremo trasportare esattamente 5 Monstie con noi. Questi saliranno di livello, impareranno mosse nuove e potremo anche acquisirne di nuovi. Ma come? In giro per l’isola troveremo uova di ogni tipo e noi avremo il compito di portarle alle scuderie del villaggio per farle schiudere. Qui non solo potremo gestire il team o cambiare loro nome, ma persino fondere due o più mostri per migliorare i tratti al ricevente. Così come noi, i nostri compagni di viaggio otterranno punti esperienza quando completeremo missioni o vinceremo battaglie.

Co-Op Quests & Versus Battles (MH Stories 2: Wings of Ruin) :Miketendo64

Insomma, in questo Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin non si sta mai fermi, c’è sempre qualcosa da fare in compagnia dei nostri amici! In questo titolo, le possibilità sono davvero tante; per esempio, i mostriciattoli potranno essere cavalcati non solo durante le battaglie ma anche in fase d’esplorazione. Esatto: una volta in sella potremo arrampicarci, saltare, volare e via dicendo, così da poter raggiungere zone normalmente inaccessibili.

Come in un vero JRPG, in groppa al nostro Monstie potremo esplorare zone vaste e tutte diverse tra loro: foreste incantate, deserti infiniti, montagne innevate e altre misteriose aree che lasciamo scoprire a voi. Per quanto Stories 2 sia uno spin-off, comunque, mantiene buona parte delle caratteristiche della serie originale: farming di oggetti staccati ai mostri per migliorare/forgiare nuovi vestiari e armi, bacheche da cui accettare missioni secondarie, un catalogo di mostri che i fan non faticheranno a riconoscere, e soprattutto sentire quella soddisfazione di tornare al villaggio strapieni di bottino. A differenza della saga classica, qui avremo anche dei veri e propri dungeon da superare: parliamo delle tane dei mostri, in cui si possono reperire le uova da far schiudere – rare e non – o materiali più rari.

Nessuna descrizione disponibile.

Una modalità multigiocatore, sia cooperativa che competitiva, permetterà anche agli amici di esplorare insieme, aiutarsi a vicenda nel raccogliere materiali o uccidere mostri, o persino collaborare per sfidare team di cacciatori di tutto il mondo.

Parliamo quindi di un gioco che unisce quantità e qualità: non si fa mancare nulla. L’avventura principale può durarvi una quarantina di ore; molto di più, se provate a finirlo al cento percento o decidete di impegnarvi con amici. Graficamente è curatissimo, e il suo stile eccezionale, e forse anche per questo siamo incappati in qualche calo di frame di troppo. In alcune zone son più gravi che in altri e, a dirla tutta, speriamo possa essere patchato presto: vista la sua natura di gioco a turni, però, mai va ad intaccare negativamente il gameplay.

Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin Deluxe Edition vs Collector's  Edition: What comes in each edition? | iMore

Questo problema è più facile da notare in modalità Dock o su Switch Lite. Il consiglio è quindi magari di giocarlo in portabilità, almeno finché non sarà corretto. Tra l’altro, vista la differente natura del gameplay, quella di Stories è forse una delle poche saghe di Monster Hunter godibili in portatile senza crampi alle mani e posizioni inumane delle dita.

Nessuna descrizione disponibile.

Monster Hunter Stories 2 è un JRPG a turni ricco che unisce in sé il loop sempre vincente della saga originale, una direzione artistica unica ma degna di uno Zelda, l’esplorazione e la cavalcatura dei recenti Dragon Quest, oltre che un’anima ruolistica e gestionale da far impallidire persino le ultime generazioni di Pokémon. Abbiamo tra le mani un titolo degno del nome che porta e la seconda vittoria di Monster Hunter nel 2021 per quanto riguarda l’alleanza Nintendo e Capcom. Se Monster Hunter Rise ha portato la serie a nuove vette (link alla recensione), anche questo spin-off non vi deluderà. Una difficoltà aperta forse un po’ a tutti, e un frame rate più problematico in alcune aree, non intaccano neanche di un minimo la sua maestosità. Il gioco vi attende il prossimo 9 luglio sia su Nintendo Switch che PC.

Everything Monster Hunter Stories 2's New Amiibo Can Do In-Game - Flipboard

RASSEGNA PANORAMICA
Voto
9
monster-hunter-stories-2-wings-of-ruin-recensione-nintendo-switch La nostra recensione di Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin per Nintendo Switch. Sono ormai trascorsi tre mesi da quando Capcom ha pubblicato il più recente Monster Hunter, Rise, per Nintendo Switch. All'epoca, partimmo alla volta di un villaggio che ricordava da vicino il...