PES 2022: realismo come mai prima d’ora grazie a Unreal Engine e PlayStation 5!

PES è il simulatore di calcio sviluppato da Konami, che assieme al diretto concorrente Fifa sviluppato da EA, ogni anno ci porta il meglio delle competizioni calcistiche a portata di controller. Seitaro Kimura di Konami, produttore della serie eFootball PES, ha commentato, in un’ alla rivista PLAY, le “incredibile” prestazioni di PlayStation 5 e l’obiettivo di fotorealismo che il team di sviluppo sta perseguendo per PES 2022.

“Penso che sia importante essere in grado di provare l’eccitazione e il senso di realizzazione che il calcio ha, nel gioco. Per non parlare della possibilità di giocare in fotorealismo…”, ha iniziato col dire Kimura.

“Le prestazioni di PS5 sono incredibili e, pur avendone beneficiato, abbiamo affrontato molte sfide e sentiamo che ci stiamo costantemente avvicinando al “livello successivo”. Tuttavia, non importa quanto siano buone le prestazioni di PS5, ci sono varie restrizioni e, quindi, penso che sia una strada estremamente difficile per raggiungere “il livello successivo”. Questo perché il “fotorealismo” a cui miriamo è esattamente la riproduzione del mondo reale stesso.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

“Ciò include l’atmosfera dello stadio e dei tifosi entusiasti, le espressioni facciali appassionate dei giocatori, la consistenza della pelle e dei capelli e il movimento dettagliato dei muscoli e del sudore. Anche le cuciture delle divise”.

“Secondo me, si tratta di ricreare il mondo reale stesso. La definizione generale sarebbe riprodurre un’espressione live-action, tuttavia, che da sola può portare a un mondo inorganico e imperfetto. Riteniamo che il “fotorealismo” sarà completato aggiungendo vari “elementi” per impressionare gli utenti. Gli utenti sanno che aspetto hanno i giocatori, hanno visto i tifosi entusiasti e hanno sentito l’atmosfera dello stadio. Pertanto, l'”inganno virtuale” è molto più difficile. Tuttavia, questo è il motivo esatto per cui riteniamo che la sfida in questo campo valga la pena.”

Konami ha scelto di cambiare motore per PES 2022, passando a Unreal di Epic e abbandonando il Fox Engine. Nell’intervista, Kimura ha indicato alcuni esempi di come Unreal Engine abbia già aiutato il processo di sviluppo.

“Un esempio specifico è che con Unreal Engine, i progettisti possono svolgere varie attività senza l’aiuto dei programmatori utilizzando Blueprint. Così facendo, crediamo di poter migliorare la velocità di produzione, migliorare le capacità dei singoli designer e ricevere molti altri vantaggi”.

Sono molto forti le parole di Kimura, e penso siamo tutti curioso ora di vedere cosa Konami sarà capace di tirare fuori dal cilindro con il prossimo PES.

Non ci sono ancora informazioni concrete su PES 2022, ma dovrebbe essere il primo capitolo di nuova generazione del franchise, il che significa che sarà disponibile per PC, 5 e Xbox Series X e Series S come minimo.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Fonte: wccftech