PlayStation 5 è troppo grande? La ‘colpa’ è della ventola, spiega Sony

PlayStation 5
Banner Telegram Gametimers 2

Il sistema di raffreddamento di è un argomento che è stato molto discusso negli ultimi mesi; sia per la potenza della console (con il calore da dissipare che ne consegue), sia per le difficoltà incontrate con il sistema di raffreddamento di PS4, giudicato da molti inefficiente.

Aggiungiamoci, inoltre, la perplessità espressa da molti utenti riguardo le dimensioni gargantuesche della console, decisamente imponenti. Su entrambi gli argomenti, è tornato a parlare proprio Otori Yasuhiro, of mechanical and thermal design di , spiegando anche il perché di certe scelte progettuali.

Infatti, Yasuhiro afferma che, per raffreddare senza comportare costi di produzione maggiori, era necessaria una singola ventola di dimensioni considerevoli.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Il tecnico ha infatti spiegato che avrebbero potuto sì, adottare ventole di dimensioni minori, rimpicciolendo anche la console stessa; questo però avrebbe comportato una maggiore complessità progettuale (dal momento che avrebbe dovuto raffreddare entrambi i lati della scheda madre), incrementandone anche i costi.

Inutile dire che questa scelta ha portato a un aumento, tra l’altro considerevole, delle dimensioni della console. Ricordiamo infatti che è la più grande console mai costruita da Sony, nonché di dimensioni significativamente maggiori rispetto a Xbox Series X. In ogni caso, non è la prima volta che Sony giustifica le dimensioni di in favore del raffreddamento.

Durante il mese di luglio, infatti, il Vice Presidente dell’UX Design di PlayStation, Matt MacLaurin, affermò che PS5 era molto grande perché… beh, semplicemente non deve scaldare. Dimensioni maggiori comportano infatti un sistema di raffreddamento e una gestione della circolazione d’aria più studiato, e ciò lo si è visto anche nel teardown.

Dieci giorni fa, abbiamo potuto infatti osservare il sistema di dissipazione in tutta la sua complessità; rivelandosi in realtà ben più studiato di quanto ci si potesse aspettare. Sony ha infatti optato per una grande ventola blower da 120x45mm, con un airflow ideato per far circolare aria il più possibile all’interno dei componenti, sparandola verso il retro della console.

Il tutto, senza menzionare il metallo liquido usato al posto della comune pasta termica, capace di condurre meglio il calore. Sony non ha nemmeno trascurato la manutenzione di PS5, progettando degli inserti raccogli-polvere per pulirla facilmente. Ne abbiamo parlato nel dettaglio proprio in questo articolo dettagliato, dedicato interamente al teardown di PS5.

Link pre-order:

Fonte: VGC