The Callisto Protocol: SpongeBob ha ispirato alcuni elementi del gioco

the callisto protocol spongebob

Manca ormai veramente poco all’arrivo di e in concomitanza con l’uscita dell’attesissimo gioco iniziano ad emergere interessanti notizie su quello che è stato lo sviluppo di questa nuova terrificante avventura. Se da una parte abbiamo scoperto che PlayStation Studios Visual Art ha collaborato con Striking Distance per quanto riguarda la realizzazione delle cinematiche, nelle ultime ore Glauco Longhi, Character Director del gioco ha parlato di quelle che sono state le fonti di ispirazione per le animazioni dei personaggi. Tra queste la più interessante e inaspettata è sicuramente SpongeBob, l’iconica spugna gialla protagonista dell’omonimo cartone animato trasmesso da Nickelodeon.

Come spiegato da Longhi nel corso di un’intervista con The Sun, in The Callisto Protocol alcuni dei movimenti e della azioni che i personaggi compiono sono ispirate a diversi cartoni animati, tra cui appunto SpongeBob SquarePants.

Ci siamo ispirati anche ad alcuni cartoni, come SpongeBob ad esempio. Abbiamo guardato a questi cartoni in particolare per quanto riguarda la stilizzazione e i movimenti. Seppur il gioco sia molto realistico e punti all’immedesimazione, abbiamo spesso fatto ricorso alla stilizzazione per rendere certi elementi più impressionanti. Diversi movimenti, per esempio, ma anche gore, sangue e il modo in cui gli arti vengono rimossi, si basano tutti su una spinta verso la stilizzazione. Questo permette di enfatizzare alcune di queste azioni. I cartoni animati sono degli ottimi esempi di questo, anche quelli Disney e Pixar, veicolano alcuni messaggi attraverso questo sistema” ha raccontato Longhi.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Insomma, sembra proprio che gli abbiano voluto portare su schermo reazioni sì coinvolgenti ma anche impressionanti. Questo è stato possibile proprio mettendo molta enfasi sulla spettacolarizzazione e drammatizzazione di alcuni aspetti. Tutto ciò ha portato in seguito alla realizzazione di creature in grado di rappresentare al meglio queste caratteristiche.

“Il modo in cui abbiamo progettato queste creature era basato principalmente su bisogni diversi. Per cui, ad esempio, potremmo dover avere un personaggio che vada in giro correndo sui muri. Quindi dobbiamo tirare fuori un bel design che permetta alla creatura di scalare i muri e correre più veloce delle altre. Alcune creature vengono da una prospettiva artistica, però, del tipo: ‘hey, facciamo qualcosa di completamente fuori di testa’ Il risultato lo mettiamo nel gioco e troviamo un modo per farlo funzionare” continua il Character Director.

A proposito di animazioni. Oltre quelle già terminate, Striking Distance sta lavorando ad altri modi per mostrare la sconfitta di Jacob. Nuovi contenuti che verranno inseriti all’interno di un DLC più avanti.

E voi cosa ne pensate di queste fonti di ispirazione? Fatecelo sapere lasciando un commento qui sotto e continuate a seguirci per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie. Prima di salutarci vi ricordiamo che uscirà il prossimo 2 dicembre 2022 su PlayStation, Xbox e PC. Dappertutto tranne che in Giappone. Lì Striking Distance non ha trovato un accordo con il CERO. Noi invece possiamo godercelo tranquillamente. Lo avete prenotato? Approfittate del box Amazon di seguito!

Fonte: The Sun