Agony non piace per nulla alla stampa, ecco alcune delle scene censurate

Agony

Agony è un’avventura che non fa per tutti, questo è un dato di fatto.

Si tratta di un titolo complesso, splatter e a tratti disturbante come i più truculenti film horror. Di sicuro non vanta un gameplay eccezionale, ma si limita ad essere un film interattivo.

Agony è interamente ambientato in un universo di gioco demoniaco, ancor più crudo e cruento del mondo dei Daedra di Oblivion.

La versione console come saprete è stata censurata, con alcune scene molto forti tagliate del tutto, questo nonostante la classificazione PEGI 18+.

Effettivamente le scene tagliate sono particolarmente violente e sanguinolente. Si va dal deliberato omicidio di infanti deformi dalla testa enorme e decrepita, allo stupro di una succube, fino al parto del demone Onoskelis presente sulla copertina del titolo.

I primi voti della stampa non sono affatto positivi, con voti al di sotto della sufficienza e in taluni casi davvero pessimi.

Non vi è dubbio che Agony è un’esperienza per nulla paragonabile ad altri giochi di stampo classico, ma si avvicina molto ad alcuni splatter movie asiatici.

Non inseriamo l’anteprima video direttamente nella notizia per precauzione. Alcune delle scene censurate possono essere visualizzate a questo indirizzo. Se siete deboli di stomaco evitate la visione.

Commenti

commenti