Ex pilota NASCAR sospeso per scorrettezze alla guida su iRacing

iRacing

Chi gioca ai racing game conosce bene il problema! Tu sei lì, intento a fare la tua gara, cercando di rispettare traiettorie e gli altri. Poi arriva il fenomeno che pensa bene di usarti come la sponda di un flipper in una curva. E tu ti ritrovi per campi… Titoli come GT Sport introducono delle penalità per guida scorretta, ma non sempre l’IA è in grado di identificare da dove tutto sia partito. Così a volte capita di essere “cornuti e mazziati”. Ovviamente ci si aspetta che ad agire così siano i “sim racer della domenica”. Che gli appassionati veri di simulazione rispettino gli altri. A maggior ragione chi in passato abbia partecipato a vere competizioni dovrebbe sapere bene che, se quella fosse la realtà, manovre simili non solo metterebbero a repentaglio la vita altrui, ma anche la propria! E della vettura non resterebbero che rottami. Beh a quanto pare non funziona esattamente così…

Parliamo di iRacing, un titolo molto particolare sviluppato da David Kaemmer, il creatore della storica serie Indycar Racing. Un titolo che punta alla simulazione più estrema e che non è giocabile liberamente, ma solo tramite un servizio con sottoscrizione. Un qualcosa che si rivolge ai vari patiti del sim racing e che prende molto sul serio i comportamenti scorretti da parte dei propri utenti. Qui i “n00b” non dovrebbero proprio trovar casa. E invece è successo che a rendersi protagonista della più classica delle scorrettezze, ossia cercare di abbattere un avversario centrandolo a piena velocità in una curva senza frenare (e pure mancando clamorosamente il bersaglio!) sia stato un vero professionista delle corse… evidentemente innervosito da qualche episodio di gara. Parliamo di Scott Speed, ex pilota Nascar e F1, che a dispetto del cognome durante le due stagioni disputate con la Scuderia Toro Rosso (2006 e 2007) non aveva conquistato un solo punto. E anche in iRacing non ha fatto proprio un figurone! Rimediando pure una sospensione per guida scorretta. Speed si è scusato dell’accaduto, dicendo che il fatto che si trattasse di un videogioco non giustificava un comportamento di guida simile e ammettendo di non aver trattato “iRacing con il giusto rispetto”.

Di seguito la diretta Twitch dello streamer Jake “YTBigZ” Hewlett, che ha colto in diretta il fattaccio.

Fonte: Kotaku

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here