Kena Bridge of Spirits: la versione PS5 è così veloce che il caricamento iniziale durerà solo due secondi

Kena: Bridge of Spirits
Banner Telegram Gametimers 2

Senza ombra di dubbio, Kena: Bridge of Spirits è uno dei titoli che ha più smosso negli ultimi mesi i videogiocatori di tutto il globo, e non solo!

Quest’oggi vi vogliamo riportare alcune novità relative al gioco, tratte dall’ultimo numero di GameInformer. I ragazzi di Ember Lab, i creatori del gioco, hanno spiegato alcune caratteristiche presenti nella versione next gen. Inizialmente i lavori su Kena: Bridge of Spirits riguardavano la versione PlayStation 4, piattaforma su cui uscirà oltre . Trattandosi quindi di un titolo a tutti gli effetti cross gen.

È stato subito ribadito che le differenze tra le due versioni saranno parecchio evidenti. Una delle prime cose che emerge è la velocità dei caricamenti. Il gioco impiegherà due secondi ad effettuare il caricamento iniziale, una durata davvero fulminea rispetto agli standard odierni. Il passaggio di lavoro da PlayStation 4 a è stato molto veloce, consentendo di aggiungere ulteriori caratteristiche e molto altro.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

A seguire le parole del CEO di Ember Lab, Josh Grier, sul gioco.

Siamo stati su PS4 per la maggior parte del tempo e riuscire a raggiungere le performance desiderate è stato un incubo.

Ma dopo aver attraversato tutto quello, passare a PS5 è stato bello, perché avevamo già un’ottima base su cui lavorare e potevamo semplicemente aggiungere cose a questa e sfruttare la potenza aggiuntiva.

Parlando dal punto di vista grafico, lo scenario risulterà più ricco con una vegetazione più densa e appariscente e una maggiore quantità di elementi visibili.

Altra caratteristica riguarda la quantità dei Rot, le piccole creature che possono essere controllate dalla protagonista possono essere fino a cento contemporaneamente su schermo. Su PlayStation 4 anche sarà possibile raccogliere una quantità di Riot, ma non lo stesso numero come su PlayStation 5.

Un’altra differenza è fornita dal DualSense, dove gli sviluppatori hanno spiegato che i grilletti adattivi sono stati sfruttati per modificare la sensazione degli attacchi pesanti o nell’utilizzo dell’arco. Restituendo così una sensazione realistica dato dal feedback aptico del controller.

Vi ricordiamo che Kena: Bridge of Spirits è stato sviluppato da un team composto da quattordici persone, ma rappresenta comunque uno dei titoli più importanti del lancio di . Inoltre, l’uscita è prevista anche per PlayStation 4 e si tratta di un’esclusiva temporale, dunque è molto probabile che lo vedremo anche su in futuro.

Anche voi state attendendo con ansia questo titolo? Cosa ne pensate di queste caratteristiche appena citate? Fateci sapere la vostra sempre nei commenti.

A quanto pare, questa settimana non ci sarà nessun evento dedicato a Sony in risposta a ciò che è avvenuto durante gli scorsi giorni da parte di Xbox.

Fonte: GameInformer