Lo sceneggiatore di Star Wars Rogue One ha aspramente criticato Electronic Arts

Netflix

Gary Whitta, lo sceneggiatore del film Star Wars Rogue One ha aspramente criticato Electronic Arts per come ha trattato il brand in questi anni.

Gli ultimi rumor parlano di aver abbandonato del tutto il titolo nato con Visceral Games (ne abbiamo parlato in questa news), anche se un portavoce di EA ha affermato che stanno proseguendo nello sviluppo di nuovi giochi.

Ma facciamo un piccolo flasback e ripercorriamo la storia che unisce Star Wars a Electronic Arts.

L’accordo con Disney è stato stipulato nel 2013. Il publisher ha sfornato solamente i due Battlefront in cinque anni. Mentre il progetto di un action adventure affidato a Visceral Games e Amy Hennig (ex-Naughty Dog) sembra essere stato cancellato.

Inoltre la gestione globale del brand non è stata poi così encomiabile. E proprio per questo motivo sono arrivate le forti critiche di Whitta.

L’accordo è stato firmato nel 2013, per 10 anni. Siamo ben oltre la metà dell’accordo a questo punto. Quindi immaginate che io sia Bob Iger, sono il boss di Disney e contatto i ragazzi di EA. Vediamo cos’avete combinato. Abbiamo due Battlefront di cui uno non ha alcuna trama, entrambi sono titoli mediocri e uno ha creato un fortissimo imbarazzo a causa delle microtransazioni non solo a EA, ma anche ai brand di Disney e Star Wars“, ha commentato Whitta.

Avevate un gioco in stile Uncharted, sviluppato dallo sceneggiatore di Uncharted e probabilmente il migliore in ambito narrativo sul mercato. Sembrava fenomenale. L’avete cancellato. Avete riciclato gli asset in un nuovo e più grande progetto open-world di EA Vancouver… Cancellato anche questo. Cos’altro… Niente. Questo è quel che avete fatto in cinque anni“, ha poi aggiunto duramente Gary Whitta, sottolineando l’occasione persa con Visceral Games.

Fonte: DualshockersVariety

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here