Remedy annuncerà i prossimi giochi solo quando “saranno vicini all’uscita”

Remedy Entertainment, sviluppatori di Quantum Break, Alan Wake e dei Max Payne originali, non annuncerà più alcun gioco con largo anticipo. Lezione imparata, a quanto sembra.

Il team, dopotutto, è famoso non solo per l’indiscussa qualità – soprattutto a livello di sceneggiatura – dei suoi titoli, ma anche per i lunghi tempi di sviluppo che intercorrono tra un progetto e l’altro.

Thomas Puha, Head of Communications, precisa ora come da oggi in poi Remedy sceglierà con maggior oculatezza le tempistiche di presentazione dei suoi giochi.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Non riveleremo nessun nuovo gioco finché la data d’uscita non sarà più vicina, possiamo infatti leggere sul suo account Twitter. “Un dilemma, perché vorremmo far sapere al pubblico a cosa stiamo lavorando, ma è meglio procedere in silenzio”.

Un secondo Tweet, invece, specifica come entro fine anno il team abbia intenzione di aggiornarci sui progetti futuri. Come le due dichiarazioni possano coesistere, a dirla tutta, non lo comprendiamo neanche noi.

Vi ricordiamo come Remedy sia attualmente al lavoro su due progetti in contemporanea, purtroppo ancora avvolti nel mistero. Nessuno dei due sembra essere Alan Wake 2, però, nel caso ve lo stiate chiedendo. In compenso, il team si è appena lanciato in una campagna di arruolamento su larga scala.