Sekiro Shadows Die Twice: ecco il trailer della Game of the Year Edition!

Sekiro Shadow Die Twice
Banner Telegram Gametimers 2

Una delle glorie del 2019, oltre che candidato e vincitore dei The Game Awards dello stesso anno, è Sekiro: Shadows Die Twice. Activision ci rivela un trailer dedicato alla Game of the Year Edition dell’opera di .

Il video ci mostra diverse novità che accompagneranno l’aggiornamento. Ci saranno nuove skin sbloccabili per il nostro protagonista Lupo, oltre che nuove sfide con i boss e la possibilità di registrare le proprie azioni da inviare nelle partite di altri giocatori.

Con il nuova sfida è possibile riaffrontare boss già sconfitti in scontri singolari e consecutivi. Con questa modalità i nemici che hanno reso impegnativi i nostri combattimenti possono essere combattuti a proprio piacimento senza dover per forza ricominciare la partita.

Old Ashina Shinobi” e “Tengu” sono un paio delle forme che potremo scegliere per cambiare l’aspetto del silenzioso protagonista. Modificare skin sarà possibile soddisfacendo diversi requisiti del gioco.

La registrazione delle nostre azioni avrà un limite di 30 secondi e possono essere accompagnate da un messaggio. In questo modo si potranno condividere strategie e suggerimenti attraverso il gioco stesso nel mondo di altri shinobi, sfruttando la rete.

Tutte queste nuove funzioni saranno disponibili dal 28 ottobre.

Sekiro: Shadows Die Twice è attualmente disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Mentre attendiamo l’aggiornamento, non possiamo evitare di chiederci cosa ci aspetta in futuro da From Software oltre Elden Ring. Ricordiamo che in una passata dichiarazione il Game Director, Hidetaka Miyazaki, ha espresso di voler lavorare ad un titolo in stile Rockstar Games.

Diteci ovviamente cosa ne pensate. Cosa ve ne pare dei contenuti mostrati dal trailer per la Game of the Year Edition? Credete sia una buona scusa per tornare ad affrontare gli impegnativi scontri dell’avventura del Lupo? Scriveteci la vostra opinione e restate aggiornati sulle nostre pagine.

Fonte: Youtube