The Grand Tour: James May ricoverato in ospedale, ma sta bene. Brutto incidente durante le riprese

The Grand Tour James May ricoverato in ospedale incidente durante le riprese

James May, ex-presentatore di Top Gear e attuale presentatore di The Grand Tour, è rimasto coinvolto in un incidente automobilistico avvenuto durante le riprese della nuova puntata di The Grand Tour, ambientata in Norvegia. L’incidente è avvenuto diverso tempo fa ma solamente ora sta venendo alla luce. L’entità è stata piuttosto importante, riporta il The Sun, e ha destato sul momento più di una preoccupazione. Per May necessaria una corsa in ospedale. Fortunatamente il conduttore sta bene e non è in pericolo di vita. È stata rilevata la rottura di una costola e non sono stati riscontrati danni cerebrali.

L’incidente è avvenuto durante le riprese di una drag race. Questa gara di accelerazione piuttosto particolare vedeva i tre conduttori accelerare lungo un tunnel verso una parete rocciosa di una navale in Norvegia. I conduttori avrebbero dovuto accelerare sino a quando non sarebbero scattate le luci del tunnel che avrebbero poi segnalato il traguardo. Qualcosa però non è andato come previsto e James May ha di conseguenza frenato troppo tardi.

Il conduttore viaggiava a una velocità di circa 120km/h prima di perdere il controllo della sua Mitsubishi Lancer, ritrovandosi con troppo poco spazio per frenare. I paramedici sono intervenuti immediatamente sul posto, preoccupati dalle ferite alla testa e dai dolori al collo che lamentava il conduttore. Il ricovero in ospedale è stato tempestivo ma, fortunatamente, il conduttore non è stato in pericolo di vita. Riprese interrotte, riporta il The Sun. Procederanno senza May.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Si tratta del primo incidente che vede coinvolto James May, ma non il primo in assoluto per il trio. Sinora, infatti, non erano mancati incidenti durante le riprese di . Gli appassionati di Top Gear ricorderanno con apprensione il settembre del 2006. Richard Hammond fu infatti coinvolto in un terrificante incidente avvenuto a una velocità di 464km/h. Il conduttore britannico era alla guida di un Top Fuel equipaggiato con il motore di un aereo della RAF. Il pilota perse il controllo dell’auto a causa di uno scoppio dello pneumatico anteriore destro. Hammond poté tornare nello studio di Top Gear solo più tardi.

Il 12 giugno del 2017, invece, Richard Hammond ebbe un incidente altrettanto preoccupante mentre era alla guida di una Rimac Concept One. Il conduttore ha perso il controllo della propria hypercar croata dopo aver tagliato il traguardo, ribaltandosi rovinosamente fuori dalla strada, con l’auto che prese fuoco. Il conduttore ebbe una fruttura del piatto tibiale sinistro e la rottura di alcune costole. Una scena che i colleghi ricordano con un certo orrore, avendo assistito alla scena da lontano.

“Ho sentito come se una palla di incandescente e disgustoso orrore si fosse formata nel mio cuore”, disse James May alla vista dell’incidente. “Le mie ginocchia è come se si fossero trasformate in gelatina”, disse invece Jeremy Clarkson, ripensando al brutto incidente che ha coinvolto il suo collega e, soprattutto, amico. Nonostante il terrore che si instaurò nei cuori di Jeremy Clarkson e James May, entrambi i conduttori non si sono risparmiati sul fare battute e prendere in giro la tendenza da parte di Hammond di fare incidenti. E rimarremmo sorpresi se ciò non si ripetesse anche con “Captain Slow”. (Però ragazzi, state attenti, grazie.)

Nel frattempo, ricordiamo che su Amazon Prime Video potete trovare tutte le stagioni di The Grand Tour, nonché la serie TV condotta dallo stesso James May “Our Man in…”, la cui ultima stagione si è svolta in Italia.

Fonte: The Sun