The Last of Us Part II: Naugty Dog dispiaciuta per quanto accaduto, ma il finale non deluderà i fan!

The Last of Us Part II
Banner Telegram Gametimers 2

Nelle ultime ore The Last of Us Part II è stato al centro dell’attenzione a causa dello spoiler del possibile finale trapelato in rete (ne abbiamo parlato in questa news). A quanto pare sarebbe stato un ex-dipendente insoddisfatto a pubblicare il video per vendicarsi di questioni economiche in sospeso, ma al momento non c’è alcuna conferma ufficiale di questa ipotesi.

Ad ogni modo, è possibile evitare gli spoiler grazie a uno speciale plug-in per i browser e , potete scoprirne di più in questo articolo.

Naughty Dog e in particolare il Game Director Neil Druckmann sono piuttosto dispiaciuti per quanto accaduto. In un breve comunicato lo studio ha dichiarato: “Sappiamo che gli ultimi giorni sono stati incredibilmente difficoltosi per voi. Ci sentiamo allo stesso modo. È scoraggiante vedere la pubblicazione e la condivisione di materiale pre-release ancora in sviluppo. Fate del vostro meglio per evitare gli spoiler e chiedete agli altri di non farlo“.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Lo sviluppatore ha poi aggiunto che nonostante qualcuno abbia già visto la sequenza finale, varrà la pena vivere l’esperienza di gioco.

Oltre al comunicato ufficiale anche il Game Director e Vicepresidente di Naughty Dog, Neil Druckmann ha voluto esprimere il suo parere sulla questione. Sul suo account Twitter ha affermato: “Ho il cuore spezzato per il team. Ho il cuore spezzato per i nostri fan. Siamo ancora incredibilmente eccitati di farvi avere il gioco tra le mani“.

Infine anche Jason Schreier di Kotaku ha voluto dire la sua sulla questione degli spoiler, e in particolare quello di The Last of Us Part II. Il redattore ha espresso la sua solidarietà con tutto il team di Naughty Dog e ai fan che loro malgrado si sono trovati di fronte al finale del gioco.

Sono venuto a conoscenza di quanto accaduto a Naughty Dog, e sappiate che non importa quanto siate arrabbiati per le vostre condizioni di o la vostra paga o altro, far trapelare il gioco ferisce tutte le altre persone che sono state in trincea con voi. Ci sono molti altri modi di incanalare questa rabbia“, ha scritto Schreier.

È incredibile quante persone rispondendo a questo messaggio non si rendono conto che gli sviluppatori di Naughty Dog (inclusi alcuni con cui ho parlato) siano contemporaneamente infuriati per la cultura del crunch e devastati per il fatto che il loro sia trapelato. Questa azione non danneggia il management, danneggia i lavoratori“, ha aggiunto il redattore.

Dopo quanto accaduto Naugty Dog e Sony hanno deciso di ufficializzare la nuova data di lancio di The Last of Us Part II che sarà il 19 giugno in esclusiva per PlayStation 4.

Vi ricordiamo che The Last of Us Part II è disponibile in pre-order su Amazon.it con uno sconto del 13%!