TikTok: Microsoft verso l’acquisto dell’app, rumor confermati

tiktok
Banner Telegram Gametimers 2

Si tratta di una delle app più in voga del momento. TikTok è stata scaricata da oltre due miliardi di persone in tutto il mondo e rappresenta adesso uno dei social network più attivi. Nata come Musical.ly, TikTok è una applicazione che permette di creare brevi video attingendo ad una libreria sconfinata di contenuti.

Del successo di TikTok si è resa conto anche Microsoft che, dopo aver chiuso la piattaforma Mixer, si prepara ad acquistare l’applicazione. Più correttamente Microsoft è interessata ad acquisire l’esclusività nella gestione del servizio offerto da ByteDance sul territorio di USA, Canada, Australia e Nuova Zelanda. Ad annunciare la ripresa delle trattative tra il colosso di Redmond e ByteDance, la società proprietaria di TikTok, ci ha pensato Satya Nadella, attuale CEO di Microsoft.

Un comunicato apparso sul blog ufficiale Microsoft aiuta a far luce sulla vicenda. Nadella ha contattato telefonicamente il presidente USA Donald Trump. Alla luce di alcune sue recenti dichiarazioni, il presidente USA appariva come il principale ostacolo al matrimonio tra Microsoft e TikTok. Nadella è riuscita a superare le resistenze del Tycoon. ByteDance progetta di spostare la sua sede legale da Pechino a Londra.

Secondo quanto dichiarato dall’azienda americana nel comunicato, l’intenzione è di concludere le discussioni nel giro di poche settimane. Non oltre il 15 settembre comunque. Al tavolo delle trattative prenderà parte anche il governo statunitense in rappresentanza, anche, del presidente Trump.

La società fondata da Bill Gates si è impegnata anche a elevare gli standard di sicurezza dell’applicazione e a mantenere su server americani le informazioni inserite dagli utenti statunitensi. L’upload di dati su server cinesi era tra le motivazioni che avevano spinto il presidente Trump a paventare l’ipotesi di un ban di TikTok dal suolo americano. In passato era stata Huawei a subire una sorte simile.

Se l’operazione si concludesse con successo, ByteDance assicurerebbe la sopravvivenza dell’app negli Stati Uniti. Dopo il blocco ricevuto dal governo indiano, quello USA rappresenta la più ampia fetta di mercato. Vittoria anche per Microsoft che potrebbe così vantare una nuova voce nell’elenco dei servizi offerti.

Come detto, il termine ultimo per le trattative è fissato al 15 settembre. Successivamente a quella data conosceremo il destino dell’applicazione negli USA.

Fonte: Microsoft

Rispondi