Ubisoft non raggiunge gli obiettivi. Il CEO Yves Guillemot si taglia lo stipendio

ubisoft ceo yves guillemot

Ubisoft non sta passando il suo periodo migliore e il recente anno finanziario ne è la dimostrazione con l’azienda che non è stata in grado di raggiungere gli obiettivi finanziari prefissati.

Proprio per questa ragione Yves Guillemot, CEO di Ubisoft, ha preso la decisioni di tagliare il 30% del suo stipendio rinunciando ad un totale di 310.607€. Questa scelta ha più che altro un valore simbolico, quasi a simboleggiare una presa di responsabilità per il mancato raggiungimento degli obiettivi che l’azienda si era posta ad inizio anno.

Quanto accaduto non è stato annunciato direttamente da Ubisoft ma è stato scoperto attraverso un documento finanziario con cui le società appartenenti all’ forniscono aggiornamenti sui propri risultati finanziari.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

A commentare l’accaduto è intervenuto anche un rappresentante dell’azienda che nel corso di un’intervista con Axios ha raccontato che “si tratta di una scelta personale di Yves Guillemot, presa considerando che la compagnia non ha raggiunto gli obiettivi finanziari che erano stati precedentemente comunicati agli investitori

Certo, Guillemot non risentirà molto di questo taglio visto che guadagnerà lo stesso 624.824€, ma il gesto fa intuire quanto il CEO abbia a cuore l’azienda, azienda che già in passato ha difeso più volte come nel brutto periodo degli scandali legati ai presunti abusi e molestie subite dal personale nei luoghi di lavoro.

Questo potrebbe rivelarsi un buon punto di ripartenza per Ubisoft che non può più permettersi di andare avanti puntando solo su quelle che sono ritenute le ip di maggior successo come ad esempio Assassin’s Creed. Ora come ora è probabilmente arrivato il momento di concentrarsi anche su tutti quei giochi annunciati e finiti nel dimenticatoio.

Titoli come Skull and Bones, Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo – Remake, Beyond Good & Evil 2 sono tutti giochi che potrebbero portare un po’ di aria fresca in casa Ubisoft, ormai troppo concentrata solamente sulle grandi saghe, seppur con qualche piccola eccezione come nel caso del non troppo entusiasmante Immortal Fenyx Rising.

Qualche sorpresa la potremo già avere entro la fine dell’anno con Ubisoft che si sta preparando ad un nuovo evento sostituto del consueto Ubisoft Forward.

Cosa ne pensate del gesto di Yves Guillemot? Pensate che Ubisoft possa risollevarsi da questo periodo non roseo? Fateci sapere la vostra lasciando un commento e continuate a seguirci per rimanere aggiornati con tutte le ultime notizie.

Fonte: IGN