Videogiochi online: in Cina, i minorenni potranno giocarci solo 3 ore a settimana

Battlefield 2042

La Cina ha deciso di varare una stretta sui videogiochi online, cercando di contrastare quello che è un uso secondo loro eccessivo dei videogiochi da parte dei minori. La conferma arriva dalla National Press and Publication Administration, la quale ha deciso che i minori potranno giocare ai videogiochi online solamente per 3 ore alla settimana. Anche l’orario sarà fortemente vincolato, con la possibilità di giocare solo dalle 20:00 alle 21:00 e solo dal venerdì alla domenica.

Come abbiamo detto, si tratta di una scelta da parte della National Press and Publication Administration atta a ridurre le ore di gioco online da parte dei minorenni. Come sappiamo, il gaming online può creare facilmente dipendenza, soprattutto nei titoli di tipo gatcha o che prevedono comunque diverse ore online per ottenere equipaggiamento di alto livello.

Si tratta senza dubbio di una norma fortemente limitante per tutti i videogiocatori minorenni cinesi. 3 ore alla settimana di gaming, effettivamente, sono davvero pochissime. La Cina ha inoltre incluso anche i giorni festivi nel conteggio, affermando che si potrà giocare online anche durante le festività ma sempre per una sola ora giornaliera.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Una misura drastica, senza dubbio, che mira ad essere “un’efficace prevenzione della dipendenza dei minori dai giochi online”. In questo modo, afferma la National Press and Publication Administration, “sarà protettà più efficacemente la salute fisica e mentale dei minori”.

Si tratta, dunque, dell’ennesima restrizione da parte del governo cinese nei confronti del gaming online, al fine di evitare eventuali dipendenze. Basti pensare che Tencent ha deciso di usare il riconoscimento facciale per andare a limitare il gioco ai minori. E voi, che ne pensate? Ditecelo nei commenti come sempre, cari Gametimers.

Fonte: Ansa