Xbox Series X: Phil Spencer pronto a prendersi rischi sulle future esclusive e sui servizi Microsoft!

Fable PlayGround Games Xbox Series X

Phil Spencer ha affermato che continuerà a prendersi i dovuti rischi per far risplendere Xbox. La dichiarazione arriva da un’intervista presso il The Guardian, dove Spencer ha assicurato che lui e la divisione Xbox non baderanno a convenevoli pur di offire all’utenza Xbox Series X delle esclusive e dei serivizi non solo di alta qualità, ma che possano essere al tempo stesso rischiose.

Al The Guardian, infatti, Spencer ha assicurato che l’attitudine che sta riservando ora Microsoft per la divisione Xbox è quanto di più impegnativo sia mai stato riposto in tutta la storia Xbox. Microsoft vuole infatti imporsi sia per quel che concerne l’hardware e i servizi, sia per la cosa più importante: i giochi.

“Penso che stiamo realizzando più giochi adesso di quanto non sia mai accaduto nella storia di Xbox”, afferma Spencer. “I produttori di piattaforme, serivizi ad abbonamento, hardware o store che siano, stanno investendo attivamente in progetti rischiosi e innovativi. Se ciò funziona, acquistiamo valore per l’utenza e li convinciamo ad entrare in quell’ecosistema”.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

I rischi, però, afferma il buon Phil Spencer, non riguardano solo i giochi ma anche i già citati servizi. Il capo della divisione Xbox ha infatti accennato allo streaming, tecnologia che inevitabilmente prenderà sempre più piede in futuro e su cui Microsoft sta investendo non poco denaro.

“Quando possiamo effettuare streaming attraverso qualsiasi dispositivo, che sia PC oppure uno smartphone, ci adeguiamo sul come organizzare questo tipo di esperienze in Early Access e permettere che si trasformino in un modello di finanziamento per gli stessi creator. Dopotutto, Microsoft è stata a favore dei creator sin dagli albori”, continua Spencer.

“Su DOS chiunque poteva creare un’applicazione e per essere un publisher bastava avere un compilatore e un floppy drive: si sviluppava il gioco, lo si importava su un floppy e lo si vendeva. Apprezzavo quell’approccio e vorrei che l’industria del videogioco possa tornare su quei passi”, conclude il capo di Xbox.

Una dichiarazione del genere non può che far pensare anche a una certa voglia, da parte di Microsoft, di osare nello sviluppo di titoli diversi da quelli a cui ci ha abituato, oltre ad ampliare serivizi già ora importanti. Al momento, Spencer non ha rilasciato altri dettagli sulla questione ma si tratta certamente di una frase di peso. Siamo curiosi dunque di scoprire cosa abbia in serbo Microsoft per questa generazione.

Xbox Series X e Xbox Series S sono in vendita rispettivamente al prezzo di 499 euro e 299 euro. Potrete trovare entrambe le console e i diversi accessori andando a questi indirizzi, sebbene le scorte saranno limitate fino ad aprile.

Fonte: The Guardian