Acquisizione Activision: l’antitrust britannico ha pubblicato i documenti inviati da Sony e Microsoft

Microsoft: arrivano le risposte alle prime indagini sull'acquisizione di Activision Blizzard

L’organo antitrust del Regno Unito, la CMA ha pubblicato i documenti ricevuti da e Microsoft in merito all’acquisizione di Activision per oltre 69 miliardi di dollari.

Le ventidue pagine inviate da sarebbero un attacco contro l’acquisizione. La casa nipponica si è concentrata maggiormente su Call of Duty mentre le 111 di Microsoft sono invece una difesa dell’accordo per Activision grazie ad una spiegazione dettagliata del mercato dei videogiochi.

Nei lunghi documenti sono presenti prese di posizione e diversi dati. Non ci sono comunque grandi novità in questi documenti, se non qualche dato specifico. In poche parole, il problema che si pone è il fatto che, una eventuale perdita della serie, sia un danno insanabile per PlayStation. La stessa Microsoft ha risposto con un accusa di monopolio, mostrando come le esclusive Sony siano migliori e come il colosso paghi per impedire che i loro giochi arrivino su Xbox. Nonostante le forte ostilità, Phil Spencer ha ribadito che, accordi o non, Call of Duty continuerà ad essere disponibile su tutte le piattaforme anche ad acquisizione terminata.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere, come sempre, lasciando un commento e continuate a seguirci per rimanere aggiornati con le ultime notizie.

Vi invitiamo ad iscrivervi al nostro canale Telegram dedicato alle offerte per essere sempre aggiornati sulle migliori promozioni e sulla disponibilità di PlayStation 5 e Xbox Series X. Abbiamo anche realizzato una pratica guida che vi potrà aiutare nell’acquisto.

Fonte: Documenti SonyDocumenti Microsoft