Addio a Carlo Bonomi, doppiatore del Capitan Findus, Fred Flintstone, Pingu, La Linea, e tante pubblicità!

Carlo Bonomi La Linea Pingu Capitan Findus

Nella giornata di ieri ci ha lasciato a 85 anni il doppiatore italiano Carlo Bonomi, che ha dato la voce a tantissimi personaggi dagli anni ’70 a oggi. Tra questi in molti ricorderanno senza dubbio il Capitan Findus, Fred Flintstone, Pingu e La Linea.

Quella di Carlo Bonomi è stata una delle voci del doppiaggio italiano che tutti prima o poi hanno sentito almeno una volta nella propria vita. Soprattutto grazie alla collaborazione con Carosello e le tantissime pubblicità fatte negli anni ’70 e anni ’80.

Chi di voi da bambino non ha mangiato almeno una volta i “Bastoncini” ispirato dalle avventure del Capitan Findus! Per non parlare della celebre pubblicità dei Pennelli Cinghiale: “Devo dipingere una parete grande, ci vuole un pennello grande!. Ma sono davvero tante le pubblicità a cui ha prestato la voce, tra queste quelle della Ferrero, detergenti Linus, le maledette zanzare delle pubblicità Raid, la Girella Motta, l’ammorbidente Coccolino, l’amaro Vecchia Romagna, gli elettrodomestici Lagostina, e tanto altro.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Anche nell’animazione non è stato di certo un personaggio di secondo piano. La sua performance più iconica resta quella de La Linea, in cui doveva dare un senso compiuto a un mucchio di versi incomprensibili. Senza dimenticare uno dei capisaldi dei cartoni animati, quel Wilma dammi la clava!” che Fred Flintstone pronunciava almeno una volta ad episodio!

E poi le indimenticabili disavventure di Pingu di cui Carlo Bonomi ha doppiato tutti i personaggi. J. Jonah Jameson in L’Uomo Ragno e L’Uomo Ragno e i Suoi Fantastici Amici, il Maestro Globus in Esplorando il Corpo Umano e la già citata Linea di Osvaldo Cavandoli.

Ha fatto anche qualche apparizione nel mondo dei videogiochi. Qui in particolare segnaliamo la sua partecipazione al doppiaggio delle avventure grafiche Broken Sword, Broken Sword 2 e Hollywood Monsters.

Fonte: RAI News